Il sangue dei giovani come soluzione all’invecchiamento

L’invecchiamento non e` un argomento che viene affrontato positivamente dalla maggior parte delle persone, tuttavia una nuova ricerca sui topi suggerisce che un integratore di proteine ​​potrebbe essere disponibile un giorno per gli esseri umani il quale ritarderebbe l’invecchiamento migliorando la salute e aggiungendo anni alle nostre vite.

È comunemente noto tra coloro che cercano l’equivalente scientifico della “fontana della giovinezza” che subire trasfusioni di sangue da individui più giovani potrebbe essere la chiave per rallentare il processo di invecchiamento e mantenere i nostri corpi e il cervello in perfetta forma. Gli scienziati della Scuola di Medicina dell’Università di Washington volevano sapere in che modo i topi più anziani avrebbero reagito a una proteina specifica trovata in abbondanza nel sangue dei topi più giovani. I risultati suggeriscono che dare questo integratore di enzimi del sangue ai topi più anziani può rallentare gli effetti dell’invecchiamento e prolungare la durata della vita dei topi più anziani di circa il 16%.

I ricercatori hanno rivolto la loro attenzione alla proteina eNAMPT, che è fondamentale per la capacità del corpo di produrre il “carburante”, noto come NAD, che impedisce l’invecchiamento. L’ipotalamo è simile al “centro di controllo per l’invecchiamento”, ma ha bisogno che eNAMPT funzioni in modo efficiente, dicono gli scienziati. Quando abbiamo livelli più bassi della potente proteina nel sangue, l’ipotalamo perde efficenza quando viene creato meno NAD e la durata della vita diminuisce.

In studi precedenti sull’invecchiamento, i ricercatori hanno utilizzato trasfusioni di sangue intero da topi giovani a vecchi. Quindi gli autori si sono chiesti: cosa accadrebbe se si manipolano soli i livelli di eNAMPT nei topi?

Sono rimasti sorpresi ed euforici dalle loro scoperte: i topi più anziani che hanno ricevuto la proteina da topi più giovani hanno avuto un declino più lento della salute, compresi meno problemi come perdita della vista, aumento di peso, problemi di mobilità o carenze cognitive.

“Abbiamo trovato un percorso completamente nuovo verso un’invecchiamento che garantisce anche una buona salute”, afferma l’autore senior Dr. Shin-ichiro Imai, professore di biologia dello sviluppo, in un comunicato stampa a Washington. “Possiamo prendere eNAMPT dal sangue di giovani topi e darlo a topi più anziani e vedere che i topi più anziani mostrano miglioramenti marcati in termini di salute – inclusa una maggiore attività fisica e un sonno migliore – è notevole.

Inoltre, un gruppo di controllo che ha ricevuto una soluzione salina è morto prima o a circa 2,4 anni di età. Ma i topi a cui è stato somministrato eNAMPT hanno generalmente vissuto per circa 2,8 anni. Un topo era, infatti, ancora vivo al momento della pubblicazione dello studio.

“Siamo rimasti sorpresi dalle drammatiche differenze tra i topi vecchi che hanno ricevuto l’eNAMPT dai topi giovani e tra i topi vecchi che hanno ricevuto la soluzione salina come controllo”, dice Imai. “Questi sono vecchi topi senza particolari modificazioni genetiche, a cui e` stato somministrato eNAMPT: i loro comportamenti, i modelli di sonno e l’aspetto fisico – il pelo più spesso e più lucido, ad esempio – assomigliano a quelli dei topi giovani”.

Imai e il suo team hanno anche scoperto che i livelli di NAD nel corpo possono essere potenziati con le dosi della molecola NMN, che è prodotta da eNAMPT. Notano che NMN è attualmente testato negli esseri umani.

“Riteniamo che il corpo disponga di così tanti sistemi ridondanti per mantenere i livelli NAD adeguati”, afferma Imai. Poiché sappiamo che il NAD inevitabilmente diminuisce con l’età, nei vermi, nei moscerini della frutta, nei topi o nelle persone, molti ricercatori sono interessati a trovare interventi anti-invecchiamento che potrebbero mantenere normali i livelli NAD quando invecchiamo. ”

Gli autori non sono sicuri se eNAMPT aumentera` la durata della vita negli esseri umani, ma dicono che la correlazione dovrebbe essere valutata in studi futuri per confermare il suo utilizzo come farmaco anti invecchiamento.

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 19 giugno 2019, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. Sono millenni che la stregoneria pratica il dissanguamento rituale di individui giovani per nutrire col loro sangue i propri adepti. Le congreghe delle streghe made in Usa si vantano di mantenere il corpo giovanile nutrendosi dei corpi dei bambini sacrificati a satana nel ventre materno.
    Nihil sub sole novi.

  2. In un Film horror americano con il titolo”NON APRIRE QUELLA PORTA” i figli o i nipoti mantenevano in vita un vecchio nutrendolo con il sangue delle loro vittime, uccise con violenza splat. Qualcuno ricorda le scritte sui muri:” EMOSCAMBIO”? La verità è sempre a portata di mano, basta riconoscere i segnali. Grazie per il lavoro.

  1. Pingback: Il sangue dei giovani come soluzione all’invecchiamento - Complottisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: