“Starry Eyes” un film sull’elite occulta di Hollywood

Starry Eyes è un film horror che parla di un’attrice in difficoltà che si sta mescolando con l’élite di Hollywood. Attraverso la metamorfosi del personaggio principale, il film descrive come funziona realmente il mondo dello spettacolo: tramite rituali, sacrifici di sangue e iniziazione occulta.

Starry Eyes è un tipico film horror: spaventoso, sanguinoso e disgustoso. Ma la parte più inquietante di questo film non è il sangue e la violenza: è il fatto che c’è del vero, una verità oscura che molti di noi preferirebbero ignorare. Il film ci mostra tutto, in maniera molto diretta e grafica descrivendo tutte le conseguenti implicazioni. Starry Eyes mette sullo schermo il lato oscuro e depravato dell’industria dell’intrattenimento e le motivazioni malate delle persone che lo governano. Espone gli spettatori all’ossessione dell’élite nei confronti dello sfruttamento sessuale, dei sacrifici di sangue e dei riti satanici mentre si crogiolano nella ricchezza e nell’ammirazione sociale.

Mentre molti percepiscono Starry Eyes come un film puramente fittizio che commenta la disperazione di artisti affamati, quelli “a conoscenza” si rendono conto che gran parte dell’orrore e` basata su fatti reali. Il film descrive piuttosto accuratamente il processo di ciò che accade ai più alti livelli dell’industria dell’intrattenimento in cui abuso, sfruttamento, controllo della mente, rituali occulti e sacrifici di sangue trasformano gli aspiranti artisti in fantocci traumatizzati. Diamo un’occhiata a Starry Eyes e al modo in cui ritrae l’industria cinematografica.

UNA CAMERIERA STANCA DI ASPETTARE

Sarah Walker è la tipica attrice in difficoltà che vive a Los Angeles e sta cercando di diventare una grande star di Hollywood. Per pagare i conti, fa la cameriera in un ristorante locale – un lavoro che lei chiaramente odia.

Sarah lavora a Big Taters, un ristorante in stile Hooters dove le cameriere indossano brutte uniformi e cantano canzoni stupide ai clienti.

Con grande costernazione del suo capo, Sarah non è concentrata sul suo lavoro ma è costantemente al telefono alla ricerca di callback da parte delle case di produzione. A casa, Sarah scopre di aver ricevuto un messaggio da un casting online.

Il casting è per un film chiamato The Silver Scream. Durante tutto il film, la compagnia di produzione insiste che l’attrice “sia se stessa”. Accecato dall’ambizione e pronto a fare qualsiasi cosa per diventare una star, il suo vero sé è piuttosto brutto … e diventerà orribile.

All’audizione, le aspiranti attrici che stanno cercando di ottenere il ruolo principale vengono tutte trattate come spazzatura e la maggior parte di loro lascia con le lacrime agli occhi. Sebbene ce la abbia messa tutta, anche Sarah non riesce a impressionare gli auditori che continuano a farla sentire come una persona priva di talento. Sarah quindi si precipita nel bagno più vicino dove esce di seno.

Ogni volta che Sarah ha a che fare con un fallimento, si strappa una ciocca di capelli. I capelli di Sarah diventeranno, nel procedere del film, un simbolo della sua trasformazione da ragazza normale a marionetta senz’anima dell’industria.

Mentre esce dal bagno, Sarah viene accolta da uno degli auditori che è rimasto colpito da questa inquietante esibizione di rabbia e auto-mutilazione. Viene riportata nella sala delle audizioni, ma non le viene chiesto di leggere il copione. Vogliono vederla di nuovo esprimersi in quel modo violento. Sebbene Sarah sia riluttante a strapparsi i capelli per il piacere del pubblico le viene detto: “Hai la mia attenzione” e le viene ricordato che un milione di altre ragazze potrebbero facilmente prendere il suo posto. Durante il film, Sarah ricorda costantemente che un milione di ragazze stanno aspettando in fila per il suo posto e che qualsiasi attenzione da parte degli onnipotenti produttori, non importa quanto strane o degradanti fossero le loro richieste, era un privilegio raro. A questo punto, i giudici vogliono solo vederla mentre si strappa i capelli, e nient’altro. Allora, Sarah lo fa.

Sarah si strappa i capelli per gli auditori. La società di produzione non è interessata al talento: vogliono trovare qualcuno che abbia quel “qualcosa” speciale in se – quella terribile disperazione che può essere sfruttata in futuro.

L’audizione smette rapidamente di essere il punto focale del film e si trasforma in uno spettacolo di estremo degrado e sottomissione, preludio alla prova che deve affrontare per essere una iniziata dell’élite occulta. Anche se l’audizione si è conclusa con lei distesa a terra con le convulsioni sotto i freddi occhi degli auditori, Sarah lascia l’edificio felice: ha attirato l’attenzione della compagnia. VIene richiamata e il processo di trasformazione inizia veramente.

SECONDA AUDIZIONE

Sebbene sia trattata con estremo disprezzo dalla compagnia di produzione, Sarah è entusiasta di ricevere una seconda audizione. Le viene detto che l’unica ragione per cui ha avuto una seconda audizione è stata a causa del fatto che si sia strappata i capelli – e nient’altro. Ancora una volta, sottolineano il fatto che non si tratta di talento ma di cosa è pronta a fare per diventare una star.

Alla seconda audizione, le cose sono molto diverse. Entra in una stanza buia con un riflettore puntato su di lei.

Alla seconda audizione, Sarah indossa un vestito di colore tenue, che simboleggia il suo stato di purezza / innocenza. Vedremo in seguito che il film segue il codice cromatico esatto che vediamo in altri video musicali e film analizzati su Neovitruvian: Bianco (o un colore pallido) simboleggia purezza / innocenza, Il rosso rappresenta la trasformazione / sacrificio e il nero per l’iniziazione. Innumerevoli artisti femminili sono apparsi in video che raccontano simbolicamente la narrativa della “good girl gone bad” e passano attraverso questa successione di colori. Starry Eyes è in qualche modo uno sguardo dietro le quinte di ciò che realmente accade durante quella metamorfosi.

Quando Sarah entra nella stanza buia alla seconda audizione, le viene subito detto di spogliarsi nuda – sebbene il ruolo non richieda la nudità. Ancora una volta, non si tratta del ruolo, si tratta di qualcosa che va oltre. Si tratta di portare una ragazza verso il lato oscuro.

Le viene:

“Lascia andare le tue inibizioni. Se non riesci a lasciarti andare completamente, come potrai mai trasformarti in qualcos’altro? “

La luce poi inizia a lampeggiare e Sarah sembra sottoporsi a un processo simile al controllo mentale e al possesso demoniaco. Ogni volta che la luce lampeggia, vediamo che Sarah fa una faccia demoniaca o prova piacere fisico.

Per una frazione di secondo, vediamo questa cosa apparire sullo schermo mentre la luce lampeggia. Vedremo più tardi questi misteriosi uomini incappucciati nei rituali occulti della compagnia di produzione.

Alla fine del processo, Sarah appare completamente consumata. Nota il ciondolo indossato da uno degli auditori.

L’auditiore indossa un pentagramma con una linea che lo attraversa.

In breve, questa non era un’audizione, era una seduta ipnotica di controllo mentale mescolata a un rituale occulto. Benvenuti in Astraeus Pictures.

ASTRAEUS PICTURES

Quando Sarah dice ai suoi amici che ha fatto un’audizione per Astreus Pictures, le viene detto che “sono legittimi” e “il vero affare”. In altre parole, è una delle poche aziende di produzione “di grande successo” che produce successi. Il simbolismo associato a Astraeus Pictures ci parla sottilmente delle vere forze che stanno dietro al business del cinema.

Innanzitutto, Astraeus è il nome di un dio Titano della mitologia greca ed è principalmente noto per essere il dio del tramonto. Come forse saprai, il crepuscolo è ciò che precede immediatamente l’oscurità della notte … allo stesso modo in cui questa compagnia di produzione porta l’oscurità nel mondo.

Il logo di Astraeus è abbastanza indicativo: è la metà superiore di un esagramma unicursale.

A sinistra: il logo di Astraeus Pictures. A destra: un esagramma unicursale completo.

L’esagramma unicursale è un simbolo importante nella magia rituale e nelle società segrete occulte. È anche il principale simbolo associato alla filosofia di Aleister Crowley: Thelema.

L’esagramma unicursale è così chiamato perché può essere disegnato unicursalmente, cioè in un movimento continuo. Questo è significativo quando si formano figure in magia rituale, dove una linea continua è preferita a un movimento interrotto.

Il simbolo è stato ideato dalla Golden Dawn e successivamente adattato da Aleister Crowley come strumento di significato personale. È spesso indossato dai Thelemiti come segno di identificazione e riconoscimento religioso.
– Dizionario dei simboli, esagramma Unicursale

Oggi, il Thelema è insegnato da una società segreta che è estremamente influente nel settore dell’intrattenimento: l’Ordo Templi Orientis (O.T.O.). È una delle principali forze dietro il lato occulto e ritualistico di Hollywood. Viene fatto riferiemento sottilmente all’O.T.O  anche in un altro film che “apre gli occhi”, Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick

Una parte importante degli insegnamenti dell’O.T.O sono la magia sessuale – e ne vediamo sicuramente alcuni in Starry Eyes.

LA METAMORFOSI

Dopo una positiva seconda audizione (con la protagonista nuda e esposta a una forza malvagia), Sarah ottiene il privilegio finale: un incontro con il produttore. Prima di lasciare il suo appartamento, il film enfatizza il vestito rosso che indossa: tutti i suoi amici lo commentano, uno di loro aggiunge addirittura che “è un po ‘troppo”.

Nei codici colore dell’élite occulta, il vestito rosso significa turbolenze, metamorfosi e sacrificio. L’abito indica che questo incontro è un altro passo nella sua iniziazione.

All’incontro, il produttore di Astrae Pictures racconta a Sarah quello che tutti i produttori dicono a ragazze giovani e impressionabili quando vogliono attirarle in un contratto di vendita di anime:

“Facciamo un provino a molte giovani donne in questo edificio, ma ben poche sono mai arrivate in questa stanza. Alcuni grandi nomi sono passati di qui “.

Ciò implica che il modo di funzionare dell’elite di Hollywood è in corso da decenni.

“Il ruolo di Celeste è davvero un grosso problema per una giovane attrice senza altri crediti a suo nome. La tua faccia sarà su un poster, un poster su un muro, un muro nella hall, in una lobby in un cinema. “

Per una ragazza che lavora a Big Taters, sentire queste parole è ciò che aspettava da tutta la vita – e il produttore lo sa. Poi la tocca in modo inappropriato e le cose diventano reali.

Quando il produttore inizia a mettere la mano sul vestito di Sarah, la ragazza ottiene un assaggio del vero prezzo della fama.

Quando Sarah cerca di farlo smettere chiedendogli se vuole che legga qualche riga del copione, lui risponde:

“Sarah, QUESTA è l’audizione. Sei alle porte. Tutto ciò di cui hai bisogno è che io le apra per te “.

Ancora una volta, nessuno è interessato a Sarah che mette in mostra i suoi talenti di recitazione. Il “provino” consiste ancora una volta in lei che viene spinta ad abbandonare il controllo del suo corpo. Sarah rifiuta le avance e se ne va fuori dalla stanza.

Il suo ritorno alla realtà è tuttavia estremamente difficile. Deve pregare per riavere il suo lavoro a Big Taters e, casualmente, le viene anche detto che a un milione di ragazze piacerebbe avere il suo lavoro di cameriera. Infine rimpiange di essersene andata dalla stanza del produttore e inizia a razionalizzare facendo l’impensabile:

“Sento che sto gia vendendo la mia anima. Lo faro` per qualcosa che amo veramente. “

L’INIZIAZIONE

Sotto l’influenza della droga e, dal secondo provino, con qualcosa di malvagio che germoglia dentro di lei, Sarah decide di tornare a vedere il produttore. Per quell’incontro, indossa un altro abito simbolico

Per il suo secondo incontro con il produttore, Sarah indossa un abito nero. Good Girl Gone Bad.

Quando Sarah si trova faccia a faccia con il produttore, si rende conto che non si tratta semplicemente di “dormire con lui” per il suo perverso piacere personale. Esiste una dimensione metafisica del processo. Riguarda la sottomissione e l’iniziazione a un ordine occulto attraverso il rituale. Quando Sarah cade in ginocchio davanti al produttore, dice:

“Vuoi rinunciare ai tuoi occhi per un nuovo paio di occhi, occhi che possono vedere con la nostra visione? Vuoi abbandonare il tuo corpo per diventare uno strumento per la nostra voce, la mia voce? Lascerai la tua vecchia vita per una nuova e gloriosa? “

In questo giuramento è riassunto l’intero processo di metamorfosi che trasforma un artista normale in un vero e proprio “pupazzo degli Illuminati”. “Rinunciando” agli occhi, Sarah rinuncia alla sua capacità di percepire la realtà per poter vedere solo quello che “loro” vogliono che lei veda. È per questo che tutte le pedine dell’industria nascondono costantemente uno dei loro occhi nei servizi fotografici?. Rinunciando al suo corpo per diventare uno strumento per la loro “voce”, rinuncia volontariamente a qualsiasi tipo di valori fondamentali e integrità artistica diventando niente più che un guscio vuoto che spinge i messaggi dell’élite. Alla fine, abbandonando la sua vecchia vita, cancella completamente il suo io passato per trasformarsi in un nuovo alterego, una creazione artificiale completamente programmata dall’élite.

A tutto ciò, Sarah risponde “sì”. Poi comincia ad amoreggiare con il produttore … e le cose si fanno più strane.

Mentre il produttore tiene saldamente la testa di Sarah, vediamo un pentagramma sulla sua mano – che indica l’importanza rituale di questo gesto di sottomissione.

Guardando il cielo con uno sguardo pazzo nei suoi occhi, il produttore dice:

“La porta è aperta Sarah. Tutto quello che devi fare è essere disposta ad entrare. Uccidi il tuo vecchio io, Sarah “.

La parola “porta” ha una connotazione spirituale, in quanto Sarah si apre anche a ciò che apparirà come un possesso demoniaco.

Mentre questo sta accadendo, questo tipo appare dal nulla, confermando che questo è un rituale occulto.

IL SACRIFICIO

I giorni dopo il rituale sono estremamente dolorosi per Sarah. Continua ad avere violente convulsioni e sente come se stesse morendo. Inoltre perde costantemente i capelli che, come affermato in precedenza, rappresentano il suo vero sé.w

Sarah si sta trasformando nel peggior incubo di un’aspirante attrice ossessionata dalla sua immagine corporea. Questo cambiamento fisico rappresenta la putrefazione del suo essere interiore, la sua stessa anima.

Mentre soffre e muore dentro e fuori, Sarah viene visitata da qualcuno di Astraeus, che le mostra una visione.

Si vede come una star del cinema, vestita come se fosse sul tappeto rosso degli Oscar, con tanto di ciondolo a forma di pentagramma attorno al collo, segno che è una vera pedina del settore.

Quando quella visione svanisce, lei sta ancora soffrendo e sembra più brutta che mai. Poi riceve una telefonata dal produttore che dice:

“Puoi andartee dalla Terra ed essere dimenticata per sempre o puoi rinascere. Ti aspettavi che fosse indolore, che sarebbe stato semplice, che ti saresti semplicemente svegliata una mattina con tutto ciò che avresti oluto avere? Te l’ho detto Sarah, i sogni richiedono sacrificio. E anche noi. “

Sarah non ha solo bisogno di sacrificare la propria anima per diventare “una di loro”. Richiedono un sacrificio di sangue. Sarah, quindi, procede ad uccidere tutti i suoi amici in un modo estremamente violento. Quando l’atto di sangue è compiuto, gli uomini in abito appaiono immediatamente e la conducono al rituale finale.

LA RINASCITA

Dopo il sacrificio di sangue, un gruppo di ricchi elitiari di Hollywood si riunisce per il rituale che celebra la rinascita di Sara.

Riuniti in cerchio, uomini e donne “rispettabili” ripetono “Ave Astraeus” mentre Sarah è sepolta sotto il pentagramma.

Il concetto di morte simbolica e rinascita è di estrema importanza nelle società segrete occulte. Nella maggior parte dei circoli esoterici sin dall’antichità, i candidati all’iniziazione erano costretti a passare attraverso un periodo di “morte simbolica” dove venivani tenuti nell’oscurità per poi “rinascere”. Questo concetto è centrale anche per il cristianesimo come Gesù Cristo risorto da morto dopo tre giorni nella tomba. La storia di Giona che emerge dalla grande balena è anche una parte della letteratura ebraica e islamica. Tuttavia, nel caso di Astrae Pictures, l’iniziato non è sull’orlo di un grande risveglio spirituale, è una semplice marionetta adescata in un rituale satanico per il profitto e il piacere dei suoi gestori. L’élite prospera sfruttando antichi e potenti archetipi e corrompendoli per i loro scopi nefandi.

Alla fine del rituale, i produttori gridano “È pronta a trasformarsi!”. Il giorno dopo, Sarah rinasce.

Sarah emerge dalla terra completamente nuda, come una neonata. È anche completamente calva, il che indica che il suo vecchio sé è completamente sparito

La trasformazione di Sarah è così completa che ha persino un nuovo compleanno.

Tornata a casa, la coinquilina di Sarah la trova a letto con un inquietante santuario illuminato a lume di candela dedicato alle stelle del cinema passate attraverso la stessa sua “trasformazione”.

Il coinquilino nota che gli occhi di Sarah sono cambiati: ora ha il nuovo paio di occhi che vedono solo la visione dell’élite. Sarah dice alla sua compagna di stanza “Le cose stanno cambiando per me” e procede ad ucciderla – l’ultimo resto della sua vita passata. Sarah quindi apre il suo regalo di compleanno donatole da Astraeus.

Nella scena finale del film, Sarah indossa la parrucca che ha ricevuto in regalo. Rappresenta il suo nuovo, falso alterego. Mette anche il suo ciondolo a forma di pentagramma – un segno del fatto che lei sia una star iniziata dell’industria.

CONCLUDENDO

Se hai letto articoli precedenti su Neovitruvian, probabilmente hai realizzato che Starry Eyes comprende praticamente tutto ciò che è stato discusso in questo sito. Descrivendo la trasformazione di Sarah nelle mani dell’élite di Hollywood, il film mette sullo schermo la vera natura di coloro che controllano l’industria dell’intrattenimento … e il mondo. Trasmettendo chiaramente il disprezzo totale dell’elite per la persona comune e la sua ossessione per i rituali corrotti, lo sfruttamento, il degrado e il sacrificio di sangue, il film espone il “vero sé” dell’industria, allo stesso modo in cui Sarah espone il suo vero sé ai produttori.

Fonte

 

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 17 maggio 2019, in Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: