“Nascosto nel buio”: Il film dove il controllo mentale Monarch e` piu` palese?

“Nascosto nel buio” è un film thriller del 2005 che non ha ottenuto ottime recensioni al momento della sua uscita. Tuttavia, è probabile che la maggior parte dei critici abbia compreso il suo simbolismo e il suo tema di fondo che riguarda interamente la programmazione Monarch. In effetti, “Nasconsto nel buio” è probabilmente uno dei più sfacciati film su controllo mentale Monarch nella storia di Hollywood. Daremo un’occhiata al significato nascosto del film.

Nascosti nel buio non sta passando alla storia come il film più memorabile di Robert De Niro. Fu criticato dai critici cinematografici per la sua natura derivativa e perché il suo finale era considerato “insensato”. Se è vero che la trama di Nascosti nel buio ha una buona dose di errori logici, il film non può essere completamente compreso senza conoscere l’elemento chiave al suo interno: Il controllo mentale basato su trauma. Dal primo fotogramma all’ultimo, quasi tutte le frasi e tutti i simboli trovati nel film si riferiscono direttamente ai concetti associati al controllo mentale, in particolare alla programmazione monarch.

In questo particolare ramo del controllo mentale, i bambini sono sottoposti a un trauma così intenso da indurli a dissociarsi dalla realtà. Gli handler dello schiavo possono quindi programmare nella mente dei bambini alterare gli alterego che possono essere attivati a piacimento. In modo simbolico e teatrale, Nascosto nel Buio descrive l’orribile procedura alla base della programmazione Monarch e suggerisce gli aspetti più sadici di essa. Il fatto che le farfalle monarca compaiano in parti chiave del film conferma che l’intera trama è basata su Controllo mentale Monarch

Inoltre, quando si comprende la relazione tra handler e schiavi che sta accadendo nel film, il finale “insensato” diventa un po ‘più “sensato” in quanto si adatta esattamente al modo in cui funziona la programmazione Monarch.

Diamo un’occhiata alla storia di Nascosto nel buio e al simbolismo MK che contiene.

Breve sintesi

Attenzione: Spoilers.

Dopo aver assistito all’apparente suicidio di sua madre, una ragazza di nome Emily Callaway (interpretata da Dakota Fanning) mostra sintomi di un grave trauma. Suo padre David Callaway (interpretato da Robert De Niro) tenta di aiutare sua figlia a uscire dal suo trauma lasciando il suo lavoro di psicologo e trasferendosi in una piccola città al di fuori di New York.

Lì, si rende conto che la sua relazione con Emily è estremamente difficile e che il suo comportamento è sempre più preoccupante. Emily afferma di avere un nuovo amico di nome Charlie che è “molto divertente” e gioca con lei, ma Emily dice a suo padre che a Charlie non gli piace affatto. David crede che Charlie sia un amico immaginario creato da Emily per far fronte al suo trauma. Le cose, tuttavia, diventano inquietanti quando cominciano a verificarsi cose orribili intorno alla casa (cioè il gatto viene annegato nella vasca da bagno) a cui Emily reagisce dando la colpa a Charlie. Quando David scopre che la sua potenziale nuova ragazza è stata uccisa nella vasca da bagno, si rende conto che Charlie è una persona reale e che è estremamente pericolosa. Dopo aver girato la casa per alcuni minuti, David ha un momento di chiarezza e si rende conto che LUI è Charlie. Charlie è davvero la personalità alternativa di David, una che non sapeva nemmeno esistesse. Questo alterego ha manipolato e traumatizzato Emily commentendo crimini orribili. Dopo questa epifania, Charlie prende il controllo del corpo di David e va su tutte le furie omicide. Charlie viene poi fermato e ucciso da Katherine, uno psicologo che ha lavorato con David a New York e che è venuto a vedere se Emily stava bene. Dopo il misfatto, Emily va a vivere con Katherine.

Come detto sopra, per la maggior parte degli spettatori del film, la logica interna della sceneggiatura è alquanto incredibile. Tuttavia, una volta riconosciuto il simbolismo MK del film, si capisce che Nascosto nel buio si riferisce a un handler che traumatizza e programma uno schiavo MK. Il fatto che il padre / handler abbia due persone è coerente con il fatto che gli handler sono spesso schiavi dissociati che sono stati programmati per compiere le azioni sporche di qualcun altro. Diamo un’occhiata al simbolismo più profondo del film.

EMILY LA BAMBINA TRAUMATIZZATA

Il film inizia con un’immagine simbolica: Emily gioca con sua madre, nella beatitudine dell’infanzia e dell’innocenza. Nota la bambola: la tiene costantemente nella prima parte del film.

Emily è una bambina normale, giocosa e sembra essere molto felice. Nella prima scena del film, la vediamo giocare a nascondino con sua madre, che poi la mette amorevolmente a letto.

Emily tiene costantemente in mano una bambola che assume un significato importante più avanti nel film. La bambola rappresenta la personalità essenziale e innocente di Emily: il suo sé “reale”.

Più tardi quella notte, Emily assiste a una scena terrificante: sua madre morta in una vasca da bagno insanguinata.

Vedere sua madre morta è il primo evento traumatico che cambia la mente e la vita di Emily … ma non l’ultimo.

Mentre la morte sembra essere un suicidio, in seguito apprendiamo che Charlie (l’alterego di David – il padre di Emily) uccise la madre e la mise nella vasca da bagno per farlo sembrare un suicidio. Lo ha fatto apposta per traumatizzare Emily e iniziare la sua programmazione?

Emily viene quindi collocata in un ospedale psichiatrico per bambini.

Emily mostra i segni classici di una persona traumatizzata: shock, isolamento e ritiro.

La faccia del trauma.

David (o Charlie) decide di lasciare il lavoro e si trasferisce in una piccola città chiamata Woodland. Dice a Katherine, un altro psicologo che lavora con lui:

“In questo momento ho bisogno di fare ciò che è giusto per Emily. Devo essere un papà a tempo pieno “.

Intendeva dire: “Devo essere un handler a tempo pieno”?

Poco prima di partire, Katherine dà a Emily un regalo.

Katherine dà a Emily un carillon che suona la canzone Mockingbird. Mentre il film avanza, il brano Mockingbird viene riprodotto ogni volta che si verifica un evento traumatico, rendendola una canzone trigger. Dopo aver dato il regalo, Katherine dice a Emily: “Ogni volta che mi sentivo triste, aprivo il coperchio e tutte le mie pene si allontanavano” – essenzialmente dicendo a Emily che dovrebbe dissociarsi dalla realtà ogni volta che sente quella canzone per evitare traumi.

Una volta nella loro nuova casa, Emily va in una zona boscosa dietro la casa. Lì, segue una farfalla monarca che la conduce in una grotta

Questa misteriosa caverna è, infatti, il sito di programmazione in cui Charlie programma e traumatizza Emily.

Il fatto che una farfalla monarca condurrà Emily alla caverna è un modo codificato per dire agli spettatori “che sanno” che tutto questo riguarda la programmazione Monarch e il controllo mentale basato sul trauma.

Quando Emily scopre la grotta, fa qualcosa che finisce per essere estremamente simbolico.

Emily lascia cadere la sua amata bambola, a significare che non e` piu` in controllo. Gli handler cercano di “bloccare” la personalita` piu` forte per poter programmare nuovi alterego all’interno della loro psiche.

Emily, tuttavia, non ha semplicemente “lasciato cadere” la bambola che rappresenta la sua innocenza. La ha letteralmente mutilata.

David trova la bambola di Emily completamente deturpata in un bidone della spazzatura. La mutilazione rappresenta il modo in cui la mente di Emily viene mutilata dalla tortura e dagli eventi che accadono nella grotta.

Mentre Emily “gioca” con la sua amica Charlie (gli handler manipolano i loro schiavi per credere di essere loro amici), sviluppa un gusto inquietante per il morboso. Una crescente passione per il lato oscuro delle cose è spesso vista negli schiavi Monarch che si disilludono con la vita. A partire da bambini innocenti, gli handler cercano di creare una “immagine speculare” opposta del loro schiavo che diventa scuro, distorto e disturbato (per questo motivo, l’immagine dualistica, in bianco e nero nel simbolismo MK è estremamente importante). Mentre noi non vediamo Charlie “programmare” Emily durante il film, vediamo chiaramente i sintomi e la transizione nel comportamento di Emily.

Mentre pesca con suo padre, Emily inserisce con freddezza il gancio dentro un insetto vivo da utilizzare come esca. La sua mancanza di reazione a ciò che è solitamente considerato ripugnante indica che potrebbe essere stata “desensibilizzata” al dolore, alla sofferenza e al ripugnante a causa della tortura che ha ricevuto mentre era stata programmata dal suo handler.

Il lato oscuro programmato di Emily diventa più evidente quando gioca con una ragazza “normale”.

David organizza un incontro per sua figlia con un’altra bambina della zona. Si noti che la bambina tiene in mano una bambola, suggerendo che è “normale” poiché è ancora in possesso della sua personalità innocente.

Emily reagisce piuttosto male alla giocosità di questa bambina e trova un modo per dimostrarlo.

Emily prende la bambola della ragazza e la mutila, riflettendo quindi la sua stessa anima distorta e la sua perdita di innocenza. Si noti che la bocca è stata sciolta (che simboleggia l’incapacità dello schiavo di chiedere aiuto) e ha un solo occhio (simbolo del controllo mentale degli Illuminati). 

Mentre le cose progrediscono nel film, Emily si rende conto che il “simpatico” Charlie è in realtà malvagio e sadico. Mentre gioca a nascondino con Charlie, Emily viene attratta in una stanza buia e spaventosa nel seminterrato della casa. Le luci si spengono ed Emily urla.

David (che è tornato alla sua personalità principale) trova Emily nello scantinato in lacrime e in uno stato di shock. Possiamo dedurre che, mentre le luci erano spente, si è verificata una sorta di evento traumatizzante in quella spaventosa cantina – probabilmente tortura o abuso.

La vediamo poi a letto con una “faccia da trauma”, suggerendo che qualcosa di terribilmente sbagliato è accaduto in quella cantina e che il controllo mentale basato sul trauma di Emily sta continuando.

Verso la fine del film, Charlie impazzisce, uccide alcune persone e inizia a correre dietro a Emily. In una classica “mossa stupida da film horror”, Emily decide di nascondersi nella grotta dove viene torturata. Lì, vediamo una rappresentazione inquietante ma simbolica delle cose di Emily.

All’interno della grotta ci sono le bambole di Emily – mutilate, decapitate e smembrate – che rappresentano lo stato impotente degli schiavi MK e l’abuso a cui sono sottoposti. Vediamo anche il carillon che suona la canzone di Mockingbird, la canzone che Katherine le ha detto di dissociare quando “si sentiva triste”. In termini MK, la canzone è stata un fattore scatenante per generare dissociazione.

Nel film, tutto ciò che riguarda l’infanzia e l’innocenza è distorto, pervertito e distrutto, il che e` in linea con il modo in cui la programmazione Monarch funziona sui bambini.

Nella scena finale del film, Emily vive a casa di Katherine e disegna una immagine. Mentre tutto sembra andare bene, l’ultima ripresa del film mostra il disegno di Emily. Non va per niente bene.

Emily ha disegnato due teste su se stessa, rappresentando il fatto che anche lei ha un alter ego.

La cornice finale del film conferma sostanzialmente che l’intero processo di programmazione è riuscito. Emily ha un alter ego e vive con un altro psichiatra che potrebbe continuare o meno il processo. Katherine è lì per aiutarla o è lì per continuare la sua programmazione?

Il DVD del film presenta un finale alternativo, in cui Katherine sembra continuare la programmazione di Emily.

Nel finale alternativo, Emily è rinchiusa in una stanza in un’istituzione psichiatrica 

In una scena cancellata nel DVD, vediamo Emily comportarsi in maniera creepy di fronte alla sua baby-sitter. Indossa una maglietta con una grande farfalla. Programmazione Monarch.

DAVID IL PADRE/CHARLIE L’HANDLER

Il momento in cui ci stupiamo di piu` nel filn è quando scopriamo che Charlie è l’alterego di David. Anche se questo colpo di scena è stato una delusione per la maggior parte degli spettatori, è perfettamente in linea con il modo in cui funziona la programmazione MK. Molti gestori sono essi stessi schiavi dissociati che sono programmati per fare il lavoro sporco di qualcun altro. Alla fine del film, apprendiamo che David è stato profondamente traumatizzato quando ha scoperto che sua moglie lo tradiva- ed è allora che è nato Charlie. Immagino che questo sia un modo goffo per trasmettere agli spettatori che anch’egli un prodotto del controllo mentale basato sul trauma.

David è uno psicologo con una conoscenza intricata degli effetti del trauma sulla psiche umana. Si può, quindi, dire che è qualificato per applicare la programmazione del controllo mentale.

Durante la prima parte del film, ogni volta che viene attivato l’alter ego, vediamo David seduto nel suo studio, che indossa le cuffie e ascolta la musica. Questo simboleggia il fatto che il suo personaggio principale / reale e` “messo in attesa” mentre Charlie ha il controllo del suo corpo. David è “fuori servizio” e ignaro di ciò che sta accadendo – da qui le cuffie.

Mentre e` nel suo studio, David nota un segno nero sulla mano.

Poi apprendiamo che Charlie, mentre era nella caverna, teneva in mano delle farfalle monarca. Avete capito? Monarch … nella sua mano (hand) …? Monarch … handler? Mentre la maggior parte degli spettatori potrebbe percepire questa scena come molto casuale, è estremamente chiara a chi conosce la programmazione Monarch.

Pertanto, capiamo che David non si è mai seduto nel suo studio: era un modo per mostrare simbolicamente che il suo personaggio principale era in attesa mentre Charlie era stato attivato.

Altre scene casuali nel film spiegano cosa sta succedendo a David.

La testa di David è strappata dalle foto di famiglia, suggerendo che il suo “vero” sé è stato preso e rimosso dalla famiglia.

La testa di David si trova nella scatola delle canzoni, a simboleggiare la sua dissociazione dalla realtà mentre viene attivato l’alter ego Charlie.

Alla fine del film, Charlie viene ucciso da Katherine, che prende in custodia Emily e la riporta a New York City. Considerando la forte presenza del tema del controllo mentale in questo film, possiamo chiederci: David e il suo alterego programmato Charlie era utilizzato dai suoi superiori per traumatizzare e programmare Emily? In ultima analisi, era una pedina usa e getta, che doveva essere eliminata? La sua morte è stata l’ultimo e traumatico evento per abbattere completamente Emily e renderla orfana completamente dipendente dallo stato? Queste sono tutte domande che sorgono quando si comprende il simbolismo del controllo mentale nel film.

Inoltre, le persone di questa amichevole cittadini sapevano qualcosa? Woodland è una sorta di postazione remota di proprietà del governo utilizzata per la programmazione MK?

La maggior parte della gente in Woodland è estremamente creepy e strana. Ognuno ha affermato che Emily era “molto bella” – con uno sguardo inquietante e perverso sul viso. Queste scene potrebbero riferirsi ad un anello di pedofilia in corso nella città. O forse era uno strano modo per aggiungere un po ‘di suspense al film.

CONCLUDENDO
Nascosto nel buio è un film profondamente simbolico che descrive, in modo accurato, il processo dietro al controllo mentale basato sul Trauma. Mentre il significato del simbolismo MK del film non e` stato percepito della maggior parte degli spettatori, è necessaria solo una piccola conoscenza del soggetto per rendere l’intera cosa estremamente palese e manifesta. Questa storia di una bambina traumatizzato che segue una farfalla monarca in una buia caverna piena di dolore e orrore riassume l’intera situazione degli schiavi Monarch. Ma ha funzionato davanti agli occhi della maggior parte degli spettatori senza che nemmeno loro se ne rendessero conto.

Allo stesso modo in cui Charlie sfruttava le tenebre nel suo micidiale gioco di nascondino con Emily, la verità sul film è nascosta nell’oscurità dell’ignoranza della gente. Tuttavia, una semplice spiegazione rivela il vero significato del film: una descrizione del mondo brutto e disgustoso della programmazione Monarch.

Fonte 

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 2 maggio 2019, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. anche la sorella, Elle, mi sembra una bambolina pilotata… si dovrebbe approfondire.

  2. Complimenti per la tua esposizione e spiegazione di questa programmazione Monarch , di cui ignoravo l’esistenza ma che trovo affascinante e poi mi sembra proprio dare tutto un senso a questo film ….a me piacque ma in effetti non mi spiegavo diverse cose che avrei voluto per l’appunto fossero approfondite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: