Fine di Aprile: Tempo di Sacrifici Umani

Perché spesso, durante la seconda metà del mese di aprile, assistiamo a tragedie e morti senza senso? L’elenco degli eventi violenti che si sono verificati durante tale periodo di tempo è semplicemente sconcertante. Eccone un elenco:

  • 19 aprile 1993 – Massacro di Waco: Un assedio dell’FBI portò al rogo del quartier generale di una setta chiamata Davidiani, Oklain cui morirono 76 persone tra uomini, donne e bambini.
  • 19 aprile 1995 – Venne bombardato un edificio federale di Oklahoma City – Persero la vita 168 persone.
  • 20 aprile 1999 – Il massacro della Columbine – Morirono 13 persone, 21 i feriti.
  • 16 Aprile 2007 – Massacro della Virginia Polytechnic Institute – 32 uccisi, 17 feriti.
  • 16 aprile 2013 – Esplosioni alla maratona di Boston – 3 uccisi, 107 feriti.
  • 18 aprile 2013 – Esplosione dell’industria di fertilizzanti in Texas . 15 persone uccise (Si noti che questo evento si è verificato a circa 20 anni dal massacro di Waco. Inoltre, il 16 aprile del 1947, una nave carica di nitrato di ammonio attraccata al porto di Texas City saltò in aria, provocando la morte di circa 576 persone).

Ci sono stati molti altri eventi violenti avvenuti durante questo periodo di tempo. In realtà, la CNN ha pubblicato un articolo nel 2011 intitolato What is it about mid-April and violence in America? nella quale si discutono gli eventi che accadono a metà Aprile. Purtroppo, l’articolo prende in giro i “teorici della cospirazione” e dice in sostanza: “Se cercate ulteriori risposte rispetto a quelle che vi vengono fornite dai mass media, siete pazzi o potenzialmente pericolosi”. Tuttavia, a distanza di due anni, lo stesso trend di violenza continua a verificarsi.

E’ tutta una coincidenza? Per coloro che sanno, non esistono le coincidenze. Nel 2011, scrissi un articolo sulla morte di Bin Laden, la quale venne annunciata tra il 30 aprile e 1 maggio (Why the Death of the Man Who Was Not Behind 9/11 Was Announced on May 1st [a breve la traduzione]). In questo articolo, descrissi brevemente il significato del rituale del 1 ° maggio (Festa del Lavoro) e la sua relazione con un dio che è ancora importante per l’elite occulta: Baal.

IL CULTO DI BAAL NON E’ MAI SCOMPARSO


Nel corso di molti secoli e attraverso molte civiltà, la seconda metà del mese di aprile è sempre stata un momento in cui venivano effettuati sacrifici di sangue. Il culto di Baal ha avuto molti nomi (Enlil, Moloch, ecc) e si diffuse tra diverse civiltà. Essendo una divinità solare e un dio della fertilità, i riti che celebrano Baal ebbero luogo dopo l’equinozio di primavera (un momento di rinascita) e spesso coinvolsero il sacrificio umano.

“Il culto di Baal celebra ogni anno la sua morte e risurrezione, come parte dei rituali di fertilità cananei. Queste cerimonie spesso inclusero sacrifici umani e prostituzione religiosa”.
– Baal, Enciclopedia Mythica

Anche se l’osservanza di questi riti è stata a volte condannata dai movimenti religiosi, non è mai veramente scomparsa.

“La religione del dio Baal era ampiamente accettata tra gli antichi ebrei e anche se, a volte, è stata soppressa, non è mai scomparsa definitivamente. I re e la nobiltà delle dieci tribù bibliche adoravano questo dio. La gente comune adorava ardentemente questa divinità solare anche perché la loro prosperità dipendeva dalla produttività dei loro raccolti e del bestiame. Immagini del dio furono erette in molti edifici. La religione contava numerosi sacerdoti e varie classi di devoti. Durante le cerimonie indossavano vesti appropriate. Durante le cerimonie si bruciava l’incenso e si offrivano sacrifici, a volte utilizzando vittime umane. I sacerdoti officianti danzavano intorno agli altari, cantando freneticamente e tagliandosi con i coltelli per propiziare l’attenzione e la compassione del dio. “
– Ibid.

Come divinità solare, il culto di Baal coinvolse il sacrificio umano e il fuoco. Oggi, per l’elite occulta che governa l’America, questo periodo di tempo spesso è sinonimo di fuoco e morte Questi rituali sono menzionati nella Bibbia.

“Hanno edificato alture a Baal per bruciare nel fuoco i loro figli come olocausti a Baal. Questo io non ho comandato, non ne ho mai parlato, non mi è mai venuto in mente..”
– Geremia 19:05

Dalle civiltà dei babilonesi, degli assiri e dei fenici (le loro religioni misteriche provengono dalla stessa fonte), il culto di Baal si diffuse in civiltà lontane, come i Celti, che osservarono i rituali di Beltane del 1 ° maggio (Beltane proviene dalla parola “Baal”). Mentre l’osservanza dei rituali di Baal differivano da una civiltà all’altra, essi si fondavano su una comune matrice occulta numerologica e sacrificale. In altre parole, tutti attingevano dalla stessa conoscenza magica.

L’odierna elite occulta osserva ancora questi riti, ma c’è una grande differenza: Vengono effettuati su una popolazione inconsapevole e vengono diffusi in tutto il mondo attraverso i mass media. Alimentati e amplificati dalla paura e dal trauma delle masse, questi mega-rituali sono visti da tutti, ma celebrati solo dall’elite occulta. Abbiamo a che fare, più che mai, con la magia nera.

Altri siti dedicati alla numerologia occulta hanno pubblicato informazioni sottolineando l’importanza di questo periodo di tempo.

“19 aprile-1 maggio – Sacrificio di sangue alla bestia, un periodo di tempo critico dalla durate di 13 giorni. E’ richiesto un sacrificio di fuoco per il 19 aprile.
Il 19 aprile è il primo giorno dei 13 giorni del rituale satanico correlato al fuoco  – il dio del fuoco, Baal o Moloc / Nimrod (il Dio Sole), noto anche come tra i romani, come Saturno (Satana / Diavolo). Questo giorno è un giorno importante per i sacrifici umani, in cui si richiede con particolare enfasi che la vittima sia un bambino. Essendo una data così importante, in questo periodo si sono verificati alcuni importanti eventi storici”.
– Occult Holidays and Sabbaths, Cutting Edge

Un altro articolo descrive brevemente gli elementi necessari per effettuare il mega-rituale elitario.

“Il sacrificio umano, svolto in queste date occulte, richiede i seguenti elementi, ognuno dei quali deve essere enfatizzato il più possibile:
1. Trauma, stress e angoscia mentale, puro terrore
2. L’atto finale del dramma deve essere un incendio, preferibilmente una conflagrazione.
3. Per i sacrifici devono essere impiegate persone, soprattutto bambini, dal momento che le forze oscure apprezzano meglio tali vittime”
– Advent of Deception

Ovviamente, non è che ogni singolo evento il quale si verifica durante questo periodo di tempo è legato ai sacrifici degli Illuminati. Tuttavia, la maggior parte degli eventi citati sopra si configurano perfettamente nei “criteri” dei mega rituali. Se si guarda con attenzione ai fatti che circondano ognuno di questi fatti, è possibile rendersi conto che essi sono stati effettuati da funzionari del governo o attraverso marionette controllate mentalmente. La maggior parte di questi eventi sono assurdi e incomprensibili, cosa che genera ancora più terrore e che spinge la gente a chiedersi “che tipo di persone farebbero una cosa del genere?”. Purtroppo, questi mostri ci governano. Tali eventi vengono utilizzati anche per spingere l’agenda politica. I poteri forti sono diventati bravi a coniugare politica pragmatica a riti occulti.

CONCLUDENDO
Coloro che conoscono i calendari occulti, arrivando alla seconda metà di aprile, si chiedono se qualcosa di orribile stia per accadere. Purtroppo, a intervalli di pochi anni, l’opinione pubblica è traumatizzata con un evento insensato e violento. Quasi ogni volta, uno sguardo più da vicino fa capire che si tratta di un inside job. Mentre in molti attribuiranno il verificarsi di queste vicende, durante la fine di aprile, ad una coincidenza, il fatto rimane: eventi violenti che coinvolgono la morte e il fuoco accadono durante lo stesso periodo di tempo dedicato a Baal. Se ciò venga fatto di proposito o si tratta di una sincronicità pazzesca, il fatto è lì e non può essere contestato.

Il quartier generale che è stato dato alle fiamme nel 1993, durante il massacro di Waco, si chiamava Mount Carmel Center. Nella Bibbia, il Monte Carmelo fu dove Elia provocò i profeti di Baal, sfidandoli a pregare davanti a Baal finchè non avesse acceso un fuoco di fronte a loro. Non accadde nulla. Che l’incendio al Mount Carmel Center fosse una vendetta simbolica in onore di Baal?

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 23 aprile 2019, in Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Mi vien da pensare anche a Chernobyl.
    26 aprile 1986.
    33 anni fa.

  2. Mi viene da pensere anche a Chernobyl.
    26 aprile 1986.
    33 anni fa.

  1. Pingback: Fine di Aprile: E` ancora tempo di incendi e sacrifici rituali | Neovitruvian's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: