Scienza Proibita: Dio contro Darwin (II DNA)

Non fatevi intimidire dai “Biologi teorici” amici miei. Qualche conoscenza sul DNA e` sufficiente per declassare la nozione di evoluzione darwiniana a ridicolaggine. Qui non si vuole umiliare nessuno perché le ragioni logiche per una tale valutazione sono forti e consistenti.

DNA PER PRINCIPIANTI

Il DNA è una molecola che codifica le istruzioni genetiche utilizzate per lo sviluppo e il funzionamento di tutti gli organismi viventi. Proprio come il codice informatico, scritto da programmatori molto intelligenti, istruisce un computer a fare ciò che fa, il codice DNA contiene istruzioni genetiche complesse che determinano le nostre caratteristiche fisiche.
Le molecole di DNA consistono in due fili organici avvolti l’uno attorno all’altro per formare una doppia elica, simile nell’aspetto a un paio di capelli arrotolati l’uno intorno all’altro. Ogni filo è composto da un composto: guanina (G), adenina (A), timina (T) o citosina (C). Lasciamo la biologia pesante alla folla della scienza. Per i nostri scopi (logica e ragione), tutto ciò che devi sapere sono queste quattro lettere: G, A, T e C. Semplice!
È la sequenza di queste quattro lettere, che corre lungo la struttura dell’elica che codifica l’informazione biologica. Un gene è una sequenza di DNA che contiene informazioni genetiche e determina le caratteristiche di un organismo. Le “Regole della traduzione” sono conosciute come “Il codice genetico”.
Il Codice Genetico consiste in “parole” di tre lettere formate da una sequenza di tre nucleotidi (ad esempio ACT, CAG, TTT ecc.). Infatti un gruppo di ricercatori di Harvard una volta codificarono un intero libro nelle molecole genetiche del DNA e quindi rilessero il testo! In breve, l’intera essenza del nostro essere può letteralmente essere “letta” dai nostri codici genetici, nello stesso modo in cui si legge un libro o un codice di computer.

Spirali codificate di DNA con una estrema complessita`!

Abbiamo 6 piedi di DNA stipati nel nucleo di ogni cellula. Questo significa che ognuno di noi possiede dai 5 ai 10 miliardi di miglia di DNA.

Il DNA / codice genetico è un manuale di istruzioni incorporato che si riscrive letteralmente nella progenie di un organismo. Quindi, quando la gente dice “Hai il sorriso di tua madre”. Quello che stanno realmente dicendo è qualcosa del tipo: “Hai la sequenza di composti di ACG, TGA, GCG, AAA di tua madre”.
DNA = lettere; Geni = parole; Codice genetico = traduzione, genoma = libro

E questo è tutto ciò che devi sapere sul DNA, per i nostri scopi. Qualunque altra “biologia abbagliante” che i darwinisti vorrebbero proporti non è altro che una cortina fumogena di intimidazione intellettuale. Quanto sono complessi questi codici? Bene, i codici informatici consistono in combinazioni di sole due cifre; 0 e 1. I codici genetici si basano su combinazioni di quattro caratteri; T, G, A e C. Se impostati su carta, i nostri codici dovrebbero digitare abbastanza “Pagine” da riempire più serie di Enciclopedie! Dobbiamo credere che questo linguaggio complesso sia stato scritto, modificato e riscritto – milioni di volte – da forze cieche? Può un’esplosione in una tipografia produrre una copia perfetta della Costituzione degli Stati Uniti; seguita da successive esplosioni di scrittura per ciascuno dei 10 emendamenti (Bill of Rights) che poi seguirono?

Il programmatore e Internet blogger, Sanjay Patel offre questa osservazione:

“Ho scritto molto codice per computer ai miei tempi. A mio avviso, è difficile credere che il codice complesso si formi da solo nel DNA cellulare per creare parti complesse, processi e biomacchine. Ora ci viene detto che le stesse parti complicate e funzionali si stanno evolvendo continuamente in organismi diversi.
Quello che stanno realmente dicendo è che il codice altamente complicato e dettagliato di queste parti si e` costituito casualmente non solo una volta, ma milioni di volte. Quando un programmatore ha mai scritto 100 righe di complicato codice perché il loro laptop è stato colpito da un aumento di tensione? Quando un ingegnere alle prese con un problema ha guardato fuori dalla finestra sulla spiaggia per vedere l’equazione di cui aveva bisogno scritto nelle alghe sulla loro spiaggia?

Informazioni complesse sull’argomento di cui stiamo discutendo non derivano da forze naturali nel “mondo reale”. Affermare che il codice lungo e complesso si formerà ripetutamente nel DNA non è altro che un giro sul LE, il “Lunatic Express”. Solo perché la cellula è troppo piccola per essere vista non c’è motivo di iniziare a credere che l’inimmaginabile avvenga tra le sue mura.

Ho sempre pensato che la prima cellula riproduttiva fosse troppo complessa per essersi formata in modo naturale. Ora ci viene detto che lo stesso complesso processo avviene ed avviene ancora in maniera casuale. Leggo persone che parlano di “acquisire geni”, come se stessero assemblando mattoncini del Lego. Un nuovo gene è una linea di codice genetico incredibilmente complessa con istruzioni dettagliate. Eppure i bioblogger parlano di un nuovo codice, di nuovi geni che stanno arrivando, scomparendo e poi ricomparendo. Questa è roba di Harry Potter, non scienza.

Quanto sono cretine le persone che vogliono credere in questi giorni? Solo creatori intelligenti fanno il codice e lo ripetono dove è necessario, proprio come me. ”

Ben detto! Vedete gente, grazie agli scopritori del DNA, ora sappiamo che anche il singolo “Antenato Universale Comune” di Darwin non era la “semplice” creatura che era stata immaginata dopo tutto. È più simile a un microcomputer per computer. Persino le amebe delle singole cellule hanno un codice DNA complesso. Per qualche ragione sconosciuta, una cellula di ameba contiene in realtà più codici di DNA di una singola cellula umana!

Un microchip collegato ad ogni organismo vivente…comprese le amebe!

I discepoli di Chuckie Darwin ora “ci impongono” di credere che il brodo primordiale dei compagni Oparin e Urey abbia scritto ciecamente una ricetta per gli aminoacidi, e una ricetta separata per produrre proteine ​​dagli amminoacidi, e una ricetta separata per combinare le proteine con altri elementi essenziali e, infine, un vero e proprio libro con una grammatica perfetta, senza errori di battitura e capacità di duplicazione e modifica integrate, tutto dopo che il Grande Orologio che è l’Universo è stato formato da un Big Bang grazie ad una materia che non si sa da dove proviene!

NEGAZIONISTI DEL DNA

Il DNA fu inizialmente isolato dal medico svizzero Friedrich Miescher che, nel 1869, scoprì la sostanza microscopica nel pus delle bende chirurgiche. Ma furono James Watson (Stati Uniti) e Francis Crick (Regno Unito) a originare quello che oggi è accettato come il primo modello a doppia elica della struttura del DNA, nel 1953.
Non si può negare il genio di questi due giganti della biologia del XX secolo; e per questo, meritano molta più fama e riconoscimenti di quanto non siano stati dati loro.
Tuttavia in una splendida esibizione di bias cognitivo, Crick & Watson promossero il Codice Genetico non come una confutazione dell’evoluzione cieca, ma piuttosto come una conferma del loro ateismo.

Dal Telegraph (Regno Unito) / marzo 2003 I nostri geni rivelano la mano di Dio?

Gli scopritori della doppia elica del DNA ignorano l’idea di Dio, ma altri scienziati non ne sono così sicuri. “Gli scienziati che hanno lanciato una rivoluzione con la scoperta della struttura del DNA a Cambridge, 50 anni fa, hanno entrambi usato l’anniversario per organizzare un attacco alla religione.
Quando rivelarono la struttura a doppia elica del DNA nel 1953, Francis Crick e James Watson contribuirono a inventare la biotecnologia, fornirono le basi per comprendere la diversità della vita sulla Terra, rivelarono il meccanismo dell’ereditarietà e gettarono luce su malattie come il cancro, e persino sulle origini del comportamento antisociale.

Da Copernico a Charles Darwin, le scoperte scientifiche hanno avuto l’abitudine di offendere le sensibilita` religiose. La maggior parte degli scienziati, persino Darwin, si mossero con cautela ed evitarono di attaccare la religione, ma Watson e Crick sono entrambi schietti atei.
Parlando con The Telegraph, Crick, 86, ha dichiarato: “L’ipotesi divina è piuttosto screditata”. In effetti, dice, la sua avversione alla religione fu uno dei motivi principali che portarono alla sensazionale scoperta del 1953.

“Mi sono interessato di scienza per ragioni religiose, non c’è dubbio, mi sono chiesto quali fossero le due cose che sembrano inspiegabili e sono usate per sostenere le credenze religiose: la differenza tra cose viventi e non viventi e il fenomeno della coscienza. ”

 

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 1 settembre 2018, in Uncategorized con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: