5 motivi per cui i Grammy 2018 sono stati un totale fallimento

I Grammy del 2018 hanno esemplificato perfettamente come l’élite di Hollywood sia completamente fuori sincrono con il popolo americano e in generale l’occidente.

 

Stantio, noioso, fastidioso, ipocrita, moraleggiante, pesante. No, non sto descrivendo una ex – ma i Grammy 2018. E, se hai letto i miei articoli precedenti sui Grammy, la mia relazione a lungo termine con questo spettacolo mi ha causato grande dolore e sofferenza.

Quest’anno è stato anche peggio del solito. Naturalmente, ci aspettavamo un fiume di parole da parte dei “nuovi” esperti moralisti: i pupazzi di Hollywood. Ma non ci aspettavamo che questa sessione di lavaggio del cervello della durata di 3,5 ore fosse così noiosa e pesante. Quasi ogni singola pseudo-celebrità a cui e` stato dato il microfono ha fatto un sermone.

Nonostante tutte queste parole, nessuno ha avuto un’opinione veramente personale, nessuno con una prospettiva originale, nessuno ha portato riflessioni personali. Tutti hanno ripetuto a pappagallo le stesse poche frasi che erano autorizzati a dire. Arrivato al punto di considerare Despacito una forma di sollievo , sapevo che qualcosa bolliva in pentola.

Ecco i 5 principali motivi per cui i Grammy 2018 hanno avuto cosi` scarso successo.

# 5: U2? MA VERAMENTE?

Nonostante il fatto che gli U2 siano stati nominati esattamente zero volte ai Grammy quest’anno, la band è stata fatta andare su e giu` dal  palco non una, non due, ma tre volte. All’inizio gli U2 erano con Kendrick Lamar, sono stati riportati indietro verso la fine per annunciare l’album dell’anno e hanno eseguito un nuovo singolo che nessuno vuole davvero sentire: Get Out of Your Own Way.

La performance si e` svolta davanti alla Statua della Libertà mentre degli occhi venivano proiettati attorno alla band.

La canzone prende di mira gli Stati Uniti e la sua politica di immigrazione.

Alla fine, Bono ha afferrato un megafono con bandiera americana e ha iniziato a urlare cose.

Lo screenshot qui sopra è altamente simbolico. Dice che Bono sta parlando per gli americani … anche se lui è irlandese.

Il video musicale di questa canzone – creato da registi israeliani – trasmette messaggi specifici che appaiono anche in altri video “alla moda”.

Il video presenta immagini come la Statua della Libertà che si sgretola mentre un cocktail di molotov prende fuoco.

Include anche l’immagine di dollari americani che bruciano. In un recente articolo (Supplies) Timberlake fa riferimento ai stessi concetti nel suo video.

Nonostante la promozione, la canzone non è un successo. Raggiunge a malapena 1 milione di visualizzazioni su YouTube, anche dopo la performance dei Grammy. Forse dovrebbero costringere 500 milioni di utenti di iTunes a scaricare la canzone in modo che possano ascoltarla. Oh, aspetta, hanno già fatto questa genialata nel 2014.

Allora, perché gli U2 erano ai Grammy? Perché è stata suonata quella specifica canzone? La risposta può essere trovata nella seguente immagine.

Bono e George Soros al World Economic Forum.

George Soros è una delle persone più influenti che plasmano l’economia, la politica e le questioni sociali del mondo. Le sue Fondazioni Open Society operano con un budget vicino a un miliardo di dollari all’anno e sono fortemente implicate nelle politiche sociali di quasi tutte le nazioni del mondo. Non entrerò nel dettaglio sui modi in cui questa Fondazione modella la società moderna, tuttavia uno dei suoi punti cruciali è la promozione delle frontiere aperte.

Bono è molto vicino a Soros (ecco un video di lui che canta le sue lodi per 3 minuti). Get Out Your Own Way è fondamentalmente un infomercial per l’agenda Soros. Questo è il motivo per cui è stato promosso durante i Grammy mentre altri brani e artisti sono stati ignorati.

Sebbene Bono ama vestirsi con gli indumenti della “carità”, non pratica ciò che predica. Nel 2006, la band ha causato polemiche quando ha spostato le sue operazioni dalla nativa Irlanda ai Paesi Bassi per evitare di pagare le tasse. Nel 2017, Bono è stato menzionato nei Paradise Papers per aver investito in società che stavano evadendo le tasse.

In breve, gli U2 predicano bene e razzolano male.

# 4- HILARY CLINTON? MA VERAMENTE??

Uno dei momenti peggiori del più vergognoso dei Grammy è stata la carrambata di Hillary Clinton. Dopo aver letto il libro in cui viene detto che Donald Trump mangia da McDonald’s ci troviamo di fronte a pura propaganda poltica intransigente e pesante che ancora non riesce a lasciare il segno. Tutto ciò che ha veramente ottenuto è stato ricordare al mondo che Hillary era l’unica alternativa a Trump.

Ancora più strano risulta l’esagerato tifo quando Hillary appariva sullo schermo.

Hillary Clinton

Mi chiedo quale sarebbe stata la reazione del pubblico se fosse stata mostrata questa immagine …

“Ehi, quello è Harvey Weinstein! Boooooo! Hashtag MeToo! Hashtag Time’s Up! Boooo!”

OK, ok un po` di calma…e se al pubblico fossero mostrate queste immagini …

“Yaaaay Hillary! Aspetta, intendo booo Weinstein! Aspetta, intendo … “* Esplosione del cervello *

Un paio di settimane prima dei Grammy, un’altra figura potente ha sentito gli applausi dopo un sermone.

“Yaaaaay Oprah! Così coraggiosa! Oprah for President! “

“Yaaaay Oprah! Voglio dire, boooo Weinstein! Voglio dire … “* Encefalogramma piatto *

# 3: KESHA PRAYING

Provo sincero dispiacere per Kesha. Per anni, ho riferito su come fosse stata costretta a cantare canzoni che odiava e sul suo abuso per mano del Dr. Luke. Non c’è dubbio che il messaggio dietro la sua canzone Praying è potente. Tuttavia, il fatto triste è che e` ancora sotto il controllo del Dr. Luke e della sua etichetta discografica Kemosabe Records. Kesha ha tentato di scindere il suo contratto l’anno scorso ma il tribunale ha respinto il suo ricorso.

L’occhio onniveggente sulla mano di Kesha: la prova visibile che è sotto il controllo dell’industria.

Nel mio articolo intitolato “Praying” di Kesha c’è un triste promemoria sul fatto che lei e` ancora di proprietà dell’industria, ho spiegato come il video (diretto dal famosissimo Jonas Akerlund) rivela simbolicamente che è ancora una schiava del settore. Mentre Praying parla di Kesha che si sta “liberando” dal Dr. Luke,parte di ogni vendita dell’album va ancora nelle tasche del Dr. Luke.

Dopo la performance, Sony Music, la casa madre di Kemosabe Records, ha pubblicato un tweet che elogia Kesha … per poi cancellarlo.

Il tutto è stato un perfetto esempio dell’ipocrisia nell’industria musicale.

# 2 L’ORGANIZZATORE DEI GRAMMY ACCUSATO DI SESSISMO

Nonostante abbia creato uno dei più intensi eventi di tutti i tempi, il presidente dei Grammy Neil Portnow e` stato accusato di sessismo.

Dopo che gli è stato chiesto del basso numero di donne nominate e vincitrici, Portnow ha risposto:

“Deve cominciare con … donne che hanno la creatività nei loro cuori e nelle anime, che vogliono essere musiciste, che vogliono essere ingegneri, produttori e vogliono far parte dell’industria a livello esecutivo” Dovrebbero farsi avanti perche` penso che sarebbero le benvenute

Pink, Sheryl Crow, Kelly Clarkson e altri hanno risposto a Portnow, sostenendo che non avevano bisogno di “farsi avanti”. Portnow poi ha fatto marcia indietro, si è scusato e ha persino annunciato una sorta di “piano d’azione” per affrontare il pregiudizio di genere nella musica (o qualsiasi altra cosa).

Questo non ha impedito ad alcune celebrità di chiedere le dimissioni di Portnow, e di creare una petizione con oltre 10.000 firme online.

L’industria dell’intrattenimento ha creato per sé un clima talmente teso e vendicativo che i signori della virtù si stanno effettivamente sparando uno contro l’altro. È uno spettacolo piuttosto patetico da vedere.

# 1 I GRAMMY CON L’AUDIENCE PIU` BASSA DELLA STORIA

I Grammy Awards del 2018 hanno avuto ascolti ridicoli soprattutto nella fascia di eta` 18-49 anni. In totale, la cerimonia è stata vista da 19,8 milioni di spettatori, con un calo del 24% rispetto alla cerimonia dello scorso anno.

Varie teorie tentano di spiegare la ragione di questo forte calo.

Ci saranno un certo numero di teorie per spiegare il declino. Sebbene i Grammy avessero una schiera di grandi interpreti – tra cui Kendrick Lamar, U2 e Rihanna – molte superstar, tra cui Taylor Swift, Drake e Kanye West, non si sono fatti vedere.

Gli spettacoli di premiazione sono diventati sempre più politici, con presentatori e vincitori che recitano il ruolo di pupazzi. I Grammy, che sono trasmessi su CBS, hanno parlato di immigrazione e del movimento #MeToo. Gli U2 si sono esibiti su una chiatta appena fuori dalla Statua della Libertà, un’esibizione non propriamente sottile nel suo simbolismo, e Hillary Clinton è apparsa in un segmento registrato. leggendo la passione del Presidente Trump per il cibo di McDonald’s dal best-seller di Michael Wolff, “Fire and Fury” : All’interno della Casa Bianca di Trump. “

Come se si aspettassero che gli spettatori stiano tentando di suicidarsi dopo questa debacle, il rapper Logic e` stato messo in scena cantando proprio una canzone sul suicidio.

Non sei il solo … I Grammy hanno davvero fatto schifo.

Il netto calo degli spettatori è stato probabilmente il risultato combinato di tutto quanto sopra citato. Ancora più importante, è sintomatico di un divario crescente in America dove una buona parte del pubblico non si identifica minimamente con l’agenda che viene spinta dai mass media. Come affermato sopra, questa agenda non viene da “la gente”, ma da una élite globalista che sta cercando di creare un mondo senza confini, senza sesso e senza spina dorsale.

I valori, le prospettive e le priorità di molti americani e occidentali semplicemente non coincidono con quelle viste in TV. I mass media hanno perso la loro rilevanza e la loro credibilità.

Ecco un’idea: invece di sfilare con abiti neri, rose, nastri, spille o qualsiasi altra cosa, che ne dite di denunciare la sfrenata pedofilia ad Hollywood? Che ne dite di indurre le autorità ad agire in base a questa pratica orribile con indagini, arresti, processi e sentenze? Che ne dite di fermarvi con gli hashtag e i sermoni e agire?

Naaaa….sarebbe troppo reale. E Hollywood non si occupa di cio` che e` reale.

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 7 febbraio 2018, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: