The Guardian e i “mali del testosterone”

Nell’articolo intitolato  Now we men can blame our hormones: testosterone is trouble, lo scrittore e redattore del The Guardian Phil Daoust afferma chiaramente: “il testosterone ti rende stupido”. In parole povere, ci illustra “i mali del testosterone”. Come può essere considerato “male” un ormone naturale? Benvenuti nella follia dei media.

Contrassegnato come “ricerca medica”, l’articolo è un chiaro esempio di ipocrita doppio standard nei mass media dove il sessismo contro gli uomini è accettabile, mentre l’opposto è oltraggioso. Citando uno “studio” poco convincente, l’autore si addentra nel brutale (ma accettabile) sessismo contro gli uomini, trascinando in questo delirio anche Donald Trump e la parola “mansplaining” in questo incoerente mix.

L’articolo inizia con l’autore che si descrive come “un filosofo, un uomo che sostiene la Fawcett Society e che abbassa la tavoletta del water dopo aver pisciato, anche quando e` a casa propria, da solo”. Buono a sapersi.

Prima di andare avanti nell’attaccare gli uomini e i loro ormoni, l’autore ci avverte che anche le donne sono soggette a disordini ormonali. Tuttavia, non si bisognerebbe mai menzionarli.

È troppo facile – e allettante – respingere le azioni o le opinioni di una donna perché è in “quel momento del mese”.

Più avanti nell’articolo, lo stesso autore scrive:

Adesso le donne hanno un nuovo motto per combattere il mansplaining: “Sono le tue palle a parlare”.

Pertanto, non è opportuno menzionare gli ormoni femminili perché potresti offendere il gentil sesso. Tuttavia, è un bene zittire gli uomini dicendo: “Sono le tue palle a parlare.” Come può questo doppio standard lasciare impassibile l’autore?

Per dimostrare che le sue affermazioni sul testosterone sono “vere”, l’autore cita uno studio che si basa sul spalmare del gel sugli uomini e fare loro domande.

Avendo persuaso 243 uomini a spalmare i loro torsi con un placebo o un gel al testosterone (…), gli scienziati hanno dato loro un “test di riflessione cognitiva” progettato per valutare la loro capacità di rispondere a domande difficili in cui la loro prima risposta intuitiva risulterebbe probabilmente sbagliata *. Coloro che si erano spalmati il testosterone invece che il placebo hanno risposto alle domande con un tasso di successo del 20 per cento inferiore pur restando convinti di avere ragione.

Lo studio conclude che c’è “un chiaro e robusto effetto causale del testosterone sulla cognizione umana e il processo decisionale”.

L’autore scrive poi.

Per dirlo esplicitamente, il testosterone ti rende stupido.

Non è quello che dice lo studio. Esso menziona l’impulsività e ‘intuizione, due qualità vitali per sopravvivere nella natura. Immaginate un articolo che dice: “Per dirlo in breve, gli estrogeni ti rendono stupida”. Oltraggio.

In un salto di fantasia non necessario, l’autore associa i mali del testosterone ai mali di Donald Trump.

Possiamo forse spiegare i comportamenti di Donald Trump. Forse non è il cervello del presidente a gestisce le cose, ma le cellule all’interno dei suoi testicoli.

Immaginate un articolo dove si associano i mali della Merkel agli estrogeni? Oltraggio.

Le donne non sono completamente fuori pericolo – anche i loro corpi producono testosterone, anche se in quantità minori, e lo studio di Caltech osserva che “resta da verificare se l’effetto sia generalizzabile alle femmine” – per ora, comunque, hanno una nuova arma per combattere il mansplaining: “Sono le tue palle a parlare”.

Parole e concetti come “mansplaining” fanno parte di un programma chiaro: giustificare l’odio tra i generi.

L’autore finisce in modo bizzarro dicendo di essere libero dai “mali del testosterone”. Forse ha bisogno di un corso di aggiornamento su come funziona la natura.

Meglio ancora, sapendo i mali del testosterone, il mondo può imparare ad apprezzare gli anziani. A circa 30 anni, non più “giovani e pieni di sperma”, i livelli di testosterone diminuiscono, facendoci diventare meno aggressivi, più razionali e generalmente più belli. Il tuo 54enne medio – per scegliere un’età completamente a caso – può ora vantare quella esperienza decennali, e può attingere a riserve sempre più grandi di autocontrollo. Sia che stiamo provando a conquistare un bel amante o un lavoro ben pagato.

La maggior parte dei commenti che seguono l’articolo, per fortuna, portano un barlume di sanita` in mezzo a questa folla di articolo.

Fonte

Annunci

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 27 agosto 2017, in Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: