Femminismo: La guerra dell’elite contro le donne

Se pensate che le donne occidentali, in generale, siano più emancipate che mai, vi sbagliate di grosso. Questo non è un articolo che condanna le disuguaglianze sul posto di lavoro o la apparente differenza di salario. Si tratta di uno sguardo a come le donne vengano segretamente manipolate nel vivere vite opposte alla loro vera natura interiore; e a come la maggior parte delle donne ne soffra. Divorzio, superlavoro, esagerazioni, disturbi alimentari, chirurgia plastica, depressione, suicidio – e` indubitabile, alle donne sta accadendo qualcosa di strano. E` in corso un grande esperimento: stanno cercando di capire quanto e` possibile trasformare le donne in qualcosa che differisce totalmente dalla loro natura interiore.

Businesswoman working at desk

Ai giorni nostri c’e` qualcosa di veramente sbagliato nelle donne. Se non lo vedi, non stai prestando attenzione. Donne americane e occidentali sono prigioniere della preoccupazione, della tristezza, della depressione, dell’ansia emotiva e fisica, di problemi di salute e di malattie.
I mass media non ci parlano di queste tristi verità. Ma se tenete gli occhi aperti potete vedere che qualcosa che non va, e forse potreste trovare prove di questa “malattia di massa” nei giornali, nelle riviste e nella televisione:

“Un recente studio rileva che una donna su quattro di età compresa tra i 45 e i 59 prende anti-depressivi.”
– USA TODAY

“Gli Stati Uniti stanno rapidamente perdendo posizioni per quanto riguarda le aspettative di vita rispetto al resto del mondo industrializzato, e nessuno sta subendo una diminuzione delle aspettative di vita come il genere femminile. Secondo un nuovo studio dell’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) presso l’Università di Washington, l’aspettativa di vita della donna americana non sta solo salendo troppo lentamente … è in declino. ”
-Travis Waldron, Thinkprogress.org

“Si stima che 8 milioni di americani hanno un disturbo alimentare – sette milioni di donne e un milione di uomini.”
TV -Press

“3 su 100 donne americane soffre di bulimia.”
– Dipartimento di Salute Mentale della Carolina del Sud

“1 in 200 donne americane soffre di anoressia.”
-Dipartimento di Salute Mentale della Carolina del Sud

“1 su quattro donne di età compresa tra i 45 e i 64 anno sta subendo un qualche genere di disturbo mentale, un aumento del 20 per cento negli ultimi 15 anni.”
– Telegraph

Queste statistiche sono una chiara indicazione di una crescente epidemia, allo stesso modo in cui i sintomi indicano l’insorgere di una malattia. Cosa sta succedendo?

La risposta, secondo coloro che studiano questo tipo di dati, è legata al fatto che ci sono molte piu` donne lavoratrici. Questo è un risultato diretto del movimento femminista che ha travolto l’America dal 1960 al 1990.

“… Il movimento femminista, o movimento di liberazione della donna, è un periodo di attività femminista negli Stati Uniti che ha avuto inizio nei primi anni 60 e durò fino alla fine degli anni 90”.
-Wikipedia

Naturalmente, si tratta di una grande cosa che le donne possono ottenere la stessa educazione e accedere alle stesse carriere delle controparti maschili, non c’è dubbio. Il problema, tuttavia, sta nel fatto che non solo le donne moderne lavorano a tempo pieno, ma adempiono, allo stesso tempo, al loro ruolo tradizionale, di mamme, mogli, figlie e di genitori anziani. Mentre le ore di lavoro aumentano, insieme alle tensioni finanziarie a causa della crisi economica, molte donne si trovano in difficolta`:

“Le donne di mezza età che cercano di destreggiarsi tra carriera, figli e parenti anziani sono affette da depressione e ansia più di ogni altro gruppo sociale, secondo il NHS.”
-Il Telegraph

“L’istituto di carita` ‘Mind’ spiega che le donne tra i 40 e i 50 anni sono la fascia piu` affetta in quanto cercano di gestire le responsabilità di famiglia, casa e lavoro … sono state probabilmente allevate da casalinghe ed ora sono madri, che devono affrontare la pressione di essere parte di una famiglia bi reddito … “-Il Telegraph

I mass media ci dicono che grazie ai movimenti femministi post-anni ’60 le donne hanno ora libertà e opportunità che le rendono quasi uguali agli uomini. Sentiamo questa adulazione del femminismo ripetuta da molti giornalisti, leader del settore, e professori universitari. A prima vista l’idea sembra corretta e plausibile. Ma è proprio vero? Le donne stanno davvero meglio adesso rispetto al passato?
Le statistiche non sembrano supportare questa idea, almeno quando si tratta di salute.

LA SEGRETA INGEGNERIZZAZIONE SOCIALE DELLA DONNA MODERNA

Prima di andare avanti, cerchiamo di essere chiari. Questo articolo non parlera` di come le donne non siano uguali agli uomini, o di come il loro destino sia quello di starsene in cucina e procreare. Le donne sono più forti, intelligenti e intuitive rispetto agli uomini in molti modi. Le donne dovrebbero essere lodate per sopportare il comportamento infantile della maggior parte degli uomini.

funny-George-Carlin-quote (1)

George Carlin (1937 – 2008) è stato uno dei più grandi filosofi e pensatori sociali del 20 ° secolo. Le donne hanno contribuito a plasmare la cultura americana, e non solo negli ultimi decenni, ma dal momento in cui i primi pellegrini sbarcarono sulle coste del Nord America. Fin dall’inizio, le donne hanno assunto ruoli di leadership in politica, nella scienza, nell’istruzione, nella letteratura, nella medicina, e come cittadini consapevoli. Negli ultimi decenni,tuttavia le donne americane e occidentali hanno subito una trasformazione improvvisa; si e` verificato, in modo palese e profondo, un cambiamento, cosi`stupefacente che risulta incredibile che gli psicologi di tutto il mondo non abbiano pubblicato libri sull’argomento e sulle sue gravi implicazioni. In qualche modo negli ultimi decenni la società  ormai vittima di mass media e multinazionali, ha preso il “sogno” secolare di quasi ogni donna:

 

Cinderella

Cenerentola

Trasformandolo in questo:

Career-Woman

Alle giovani donne viene insegnato che far carriera dovrebbe essere la loro ambizione primaria. Sembra una buona cosa ma questa realta si adatta al massimo per una manciata di donne. Nonostante i mass media e le universita spingano, con le loro belle pubblicita, i l bisogno di ottenere una laurea, il fatto è che la stragrande maggioranza delle donne “in carriera” si trasforma in QUESTO:

Woman-Stressed1

Le statistiche sulla salute delle donne mostrano che le donne stanno avendo un momento difficile, non solo nel lavoro ma anche nella vita oggi più che mai. Quello che colpisce di piu`, e` che una grande percentuale di donne americane lavorano nella vendita al dettaglio. Analizzando questi dati si puo` capire come il “sogno” sia in realta` un incubo:

Women-Walmart

Molte più donne che uomini lavorano nella vendita al dettaglio, solo una piccola percentuale conquista posizioni di lavoro elevate

Il risultato e` visibile ai giorni nostri, dove i bambini soffrono di più, con un aumento smisurato dei divorzi, delle famiglie mononucleari o con entrambi i genitori che lavorano (diminuendo il tempo dedicato alla famiglia), le preoccupazioni finanziarie, lo stress, ecc La “donna lavoratrice” è stata creata a discapito dei valori tradizionali e della famiglia.

Ancora peggio, la cosiddetta liberazione della donna ha cambiato radicalmente il comportamento delle donne. Non si affidano più alla “famiglia” (nella famiglia in cui sono nate o nella famiglia che hanno aiutano a creare) come base per il loro benessere, le donne stanno diventando più aggressive, più promiscue dal punto di vista sessuale, più fredde e annoiate, sono meno empatiche e meno simpatiche. In sostanza, stanno diventando piu` simili ai maschi.

DONNA MODERNA CONTRO DONNA TRADIZIONALE

Mettiamo a confronto la donna moderna con la donna tradizionale:

DONNA MODERNA

  • Non vuole bambini nell’immediato o ad dirittura non li vuole proprio
  • Le piace fare sesso con patner diversi e si sente emancipata da questo
  • Beve un sacco di alcolici
  • Fa utilizzo di droga (la percentuale e la piu alta nella storia)
  • Gode mostrando il suo corpo in vari stati di nudità
  • Agisce in modo più aggressivo rispetto al passato, insegna indirettamente l’aggressivita` ai bambini l’aggressività è o

DONNA TRADIZIONALE

  • Cerca buon marito
  • Desidera avere figli
  • Ritiene che l’obiettivo primario nella vita sia quello di crescere figli, ed e` disposta a sacrificarsi per i bambini
  • Non cerca sesso da soggetti diversi dal marito
  • Agisce e si comporta in maniera delicata per creare una comunità / società adatta a crescere dei bambini

Quale versione di “donna” ti sembra la piu` giusta? Se sei una donna, quale versione risuona di più nel tuo cuore? Se sei un uomo, quale si adatta maggiormente ad essere la tua donna, madre, moglie, sorella ideale?

La donna tradizionale e` simile a questa:

484px-NRPOSE

Nancy Davis (poi Nancy Reagan) in posa per una foto pubblicitaria, 1950. Poche donne in tutto il mondo hanno esposto più classe e stile.

In confronto, la donna moderna si presenta così:

girl-bar1

La televisione insegna alle ragazze che ubriacarsi, agire in modo aggressivo, e fare sesso con partner multipli, è divertente.

Si puo` convenire che la donna tradizionale nell’esempio sopra, in contrasto con la donna moderna, è più intelligente, più forte, più attraente, più acuta. Quello che non abbiamo capito è che la donna moderna non è una evoluzione naturale della donna tradizionale; si tratta infatti di un prodotto dell’ingegneria sociale.

“L’Ingegneria sociale è una disciplina … che si riferisce agli sforzi atti ad influenzare atteggiamenti popolari e comportamenti sociali su larga scala, sia da parte dei governi che da parte di gruppi privati.”
-Wikipedia

Vale a dire, che i mass media e i loro sponsor stanno “vendendo” l’ideale di donna moderna alle giovani.
Perche` e come l’elite sta facendo tutto cio`?

Cominciamo con il ‘come’. Utilizzano i principali strumenti ipnotizzanti a loro disposizione, la televisione e i mass media in generale. Basta dare un’occhiata ai degradati tv show che le grandi società stanno vendendo alle giovani donne:

  • MOB WIVES
  • REAL HOUSEWIVES
  • JERSEY SHORE
  • SEX AND THE CITY
  • JERRY SPRINGER
  • STEVE WILKOS
  • MAURY POVICH

Questi spettacoli televisivi hanno un’influenza negativa sulle giovani donne e sui giovani uomini, e hanno un impatto negativo sulla società nel corso del tempo. Aggiungete a questo il fatto che le donne vengono fatte sentire inadeguate dai mass media per le ripetute pubblicita` in tv,  sulle riviste, negli spettacoli televisivi e nei film in cui compaiono modelle eccessivamente magre, belle, giovani e impeccabili.

beautiful-brunette-model-natalia-vodianova-modeling-for-the-cover-of-vogue-latino-america-magazine-photographed-by-mert-alas-and-marcus-piggott-for-vogue-latino-america-magazine-editorials-in-sexy-purple-dr

Allora perché i mass media continuano a farlo? C’è solo una parola che descrivere questo assalto al mondo femminile – sinistro. I media creano un criterio ultimo, e le donne vengono giudicate in base ad esso, consapevolmente o meno. Tutto questo porta la maggior parte delle giovani donne e delle donne, in generale, a credere di essere inadeguate.

“Nel 1985, tre donne americane su dieci (30%) sostenevano di essere infelici rispetto al loro aspetto fisico, una cifra che è aumentata di quasi una su due (48%) nel 1993.” – Maggie Wykes, Barrie Gunter, If Looks Could Kill

Certo, ci è stato detto che le donne sexy fanno vendere piu` facilmente il prodotto. E` possibile che i mass media non siano realmente interessati al semplice “commercio” ma stiano invece cercando di far sentire le donne del tutto inadeguate spingendole a cercar altrove la fonte della loro soddisfazione (cioè la loro carriera)? Se pensate che sia del tutto infondato credere che le donne siano influenzate dai mass media o dalle grandi aziende, potete guardare questa clip di 4 minuti dal pluripremiato documentario televisivo britannico The Century Of The Self. Ci viene mostrato come, nel 1940, una grande società ordi`, con successo, un piano per incoraggiare il sesso “debole” ad iniziare a fumare sigarette – qualcosa che, la maggior parte delle donne, non si sarebbe mai sognata di fare fino a questo momento:

Qui ci viene mostrato come una grande corporazione abbia creato l’idea che se una donna avesse fumato, la avrebbe resa più potente e indipendente, un’idea che persiste. L’obiettivo della grande società era quello di vendere più sigarette. Hanno utilizzato i mezzi di comunicazione per aiutarli a raggiungere questo obiettivo semplicemente impiantando “un’idea” nelle menti delle donne.

È allora possibile che i mass media e i loro sostenitori corporativi abbiano anche incoraggiato le donne a entrare nella forza lavoro? È stato il movimento femminista, il catalizzatore che ha spinto le donne ad entrare nella forza lavoro, progettato socialmente dalle grandi corporazioni per un profitto?

Per trovare la risposta, vediamo il video clip qui sotto. L’ex presidente Aaron Russo (1943 – 2007), amico dell’1% Nick Rockefeller (della dinastia Rockefeller), racconta come Rockefeller abbia ammesso che il movimento femminista è stato progettato socialmente per spingere le donne nella forza lavoro per aumentare le entrate fiscali e i profitti corporativi:

Queste informazioni sono incredibili. Molti credono che Russo sia stato assassinato a causa delle cose che ha rivelato su Nick Rockefeller e sui piani segreti dei Rockefeller.

L’influenza totale – economica, politica, anche spirituale – del movimento di liberazione femminile (femminismo) si sente ancora in ogni angolo della società.

A causa delle donne che sono entrate in massa nella forza lavoro negli anni Sessanta e Novanta, il prezzo delle case e dei veicoli è aumentato. Le grandi società, in questo modo, hanno potuto farsi pagare molto di piu` per case e veicoli perché le donne lavoratrici hanno creato la famiglia a doppio reddito.

Possiamo vedere come il paradigma e` cambiato guardando vecchi spettacoli televisivi in ​​bianco e nero come “Leave it To Beaver” che raffigura una famiglia monoreddito. Il papà viene a casa dal lavoro alle 16.00 per cenare con la sua famiglia. Hanno una bella casa, una bella auto e un grande prato verde. Era cosi` che vivevano gli americani.

Al contrario, le mamme e i papà di oggi strascinano i loro bambini all’asilo nido la mattina e guidano con rabbia fino al lavoro per riuscire a sopravvivere e impedire alle banche di impadronirsi delle loro case, automobili e in generale della loro vita. I valori della famiglia sono stati negoziati per una raccolta inorganica di legno, acciaio, gomma e un nuovo dispositivo di tracciamento GPS.

Oggi le donne sono costrette a lavorare, volenti o nolenti, vittime dell’economia creata dal movimento femminista (che ha indirettamente violato i valori tradizionali della società occidentale e dei valori familiari). La stragrande maggioranza delle donne sono bloccate in posti di lavoro a basso reddito, che non contribuiscono positivamente alla loro depressione, tristezza, rabbia, confusione ecc….

Oggi le famiglie hanno meno bambini che mai, un chiaro segno che le donne sono in difficoltà:

“Il tasso di natalità statunitense è sceso al livello più basso da quanto sono stati registrati i primi dati, secondo le statistiche appena rilasciate dai centri per il controllo delle malattie (CDC)”. -About.com (2012 stats)

Inoltre, molte piu` donne hanno bambini al di fuori del matrimonio – ulteriori prove dell’ingegneria sociale subita dalla donna moderna:

“Più di un terzo di tutte le nascite provengono da donne non sposate”. -About.com (2012 stats)

Come possiamo quindi combattere l’ingegneria sociale subita dalle donne? Come possiamo aiutare le donne a combattere la malattia che le affligge? Puo` aiutare forse rendersi conto che le donne non sono mai state veramente oppresse. Le donne sono sempre state rispettate, amate e valorizzate in primo luogo in casa …

“L’uomo può essere il capo della casa, ma la donna è il collo. E il collo può girare la testa in qualsiasi modo voglia. ” —My Big Fat Greek Wedding

“Una moglie felice è una vita felice”. -Proverbio

Le donne sono da tempo importanti contributrici alle arti e alle scienze e alla civiltà nel suo complesso; Tuttavia questo fatto sembra essere minato dai mass media, in quanto non adatto alla percezione della realtà che i media vogliono instillare nelle generazioni più giovani. Piuttosto che insegnare alle giovani donne che sono uguali agli uomini e che le società matriarcali esistevano una volta in tutto il mondo e continuano ad esistere (ricerca come esempio “società della Dea Madre”) nascondono questa verità. Al contrario, i media invitano le donne a sentirsi inferiori agli uomini, spingendo le donne a voler impegnarsi in una guerra di genere e piantando un seme nelle loro menti che si sviluppa nella loro sensazione e desiderio di voler competere con gli uomini.

DONNE FAMOSE NELLA STORIA

Vi sembrano opprese queste donne esistite prima del femminismo?

A sinistra: la regina Cleopatra (69 aC – 30 aC) d’Egitto. A destra: la regina Nefertiti (1370 aC – 1330 aC) d’Egitto. Entrambe le donne vissero molto prima del movimento femminista.

A sinistra: Caterina de Medici (1519 – 1589) è stata consorte del Re di Francia. A destra: Charlotte Brontë (1816 – 1855) era una romanziere e una poetessa inglese.

A sinistra: Golda Meir (1898 – 1978) era primo ministro d’Israele prima del movimento femminista. Destra: H.P. Blavatsky (1831 – 1891) è diventata famosa per i suoi libri occulti. Era una donna oppressa?

A sinistra: Khadīja bint Khuwaylid (555 – 619) era la prima moglie del profeta islamico Muhammad. Destra: Madre Teresa (1910 – 1997). Entrambi vivevano vite liberate e straordinarie.

A sinistra: Amelia Mary Earhart (1897 – 1937) era una nota pioniere dell’aviazione e poetessa americana. A destra: Mahalia Jackson (1911 – 1972) è stata una straordinaria cantante gospel.

A sinistra: Ma Barker (1873 – 1935). A destra: Annie Oakley (1860 – 1926). Nessuna di loro ha avuto bisogno di un movimento femminista per fare la storia.

A sinistra: Ma Joad in “The Grapes of Wrath” di John Steinbeck rappresenta una tipica matriarca lavoratrice dell’america post-coloniale. Destra: Clara Barton (1821 – 1912) è stata una insegnante americana, impiegata dei brevetti, infermiera. E` ricordata principalmente per aver creato la Croce Rossa.

Lucille Ball (1911 – 1989) è stata una esecutive cinematografica e televisiva americana, e protagonista di varie sitcom.

Se le donne erano così oppresse prima del movimento femminista degli anni Sessanta e Novanta, come avrebbero potuto raggiungere i risultati ottenuti agli inizi degli anni ’50?

Non troverai i nomi delle donne tra i firmatari della Costituzione. Con poche eccezioni, esse sono state in gran parte ignorate dagli storici e dai libri di testo sulla storia dell’antica America. Tuttavia, ci sono state donne medico, avvocato, predicatore, insegnante, scrittore e cantante. In ogni caso hanno dato importanti contributi alla creazione di cio` che conosciamo oggi come Stati Uniti.

Credere che le donne siano state oppresse dagli uomini prima che venissero liberate dal movimento femminista degli anni Sessanta e Novanta, è un sogno sinistro, impiantato nelle nostre menti dai mass media e dai loro sostenitori sociali; E questo sogno ora è diventato un incubo non solo per la maggior parte delle donne, ma per tutti noi, e soprattutto per i nostri figli, che ne pagano il prezzo.

La buona notizia è che le donne sembrano essersi risvegliate da tutto questo. Usando la loro naturale intuizione – sono sempre state più in contatto con la loro parte intuitiva che gli uomini – le donne si stanno rendendo conto che in qualche modo qualcuno o qualcosa le sta portando fuori dalla retta via.

Qualcosa è andato tragicamente male e mentre la maggior parte delle donne non riesce a capire cosa veramente sia successo, c’e` una diffusa sensazione che qualcosa non quadri. Lo vediamo in un nuovo studio di More Magazine, che dimostra che nonostante l’idealismo delle donne sul posto di lavoro, le donne sono meno ambiziose di 10 anni fa. Il terzo rapporto annuale sul posto di lavoro di More ha esaminato le donne americane e i loro atteggiamento nei confronti dei loro posti di lavoro.

Un enorme 43% delle donne ha dichiarato di essere meno ambizioso del decennio precedente

Il 73% afferma che non farebbe il lavoro del suo capo

Il 38% dice che non riuscirebbero a sostenere, la pressione e la responsabilità di una posizione di alto livello.

Questo declino nell’ambizione, dice More, non è nuovo: i risultati citano dati provenienti da diversi studi a livello nazionale dell’Istituto delle famiglie e del lavoro che dimostrano che la percentuale di donne dai 35 ai 44 che vogliono un lavoro con grandi responsabilità è scesa dal 40 al 35 % Tra gli anni 1992 e 2008.

Chiaramente, le donne stanno cominciando a mettere in discussione i messaggi che vengono alimentati dai mass media e dai loro sostenitori corporativi. Le donne stanno facendo domande, cercando risposte e arrivando praticamente alle stesse realizzazioni descritte nel presente articolo. Speriamo che la tendenza continui.

CONCLUDENDO

Il movimento femminista del tardo 20 ° secolo era una frode. E ‘stato socialmente progettato dall’Elite, con l’obiettivo di spingere le donne nella forza lavoro. Con le donne che lavorano, le grandi aziende hanno guadagnato più soldi che mai.

L’Elite ha raggiunto questo fine impiantando un’idea nelle menti delle donne, ovvero che sono ppresse dagli uomini e che per battere gli uomini e mostrare la loro uguaglianza devono competere con gli uomini sul posto di lavoro.

Il risultato, e` che le donne soffrono più di prima, e molte hanno un unico figlio (se sono fortunate) a causa di ciò. Il sogno fiabesco delle donne – di trovare un principe affascinante e vivere felicemente per sempre – è stato trasformato nella ricerca del guadagno e della competizione con gli uomini sul posto di lavoro. Il risultato è una società in cui enormi oneri cadono sulle spalle delle donne, dove lo Stato sta crescendo i figli invece delle madri e dove la salute generale delle donne sta scemando a livelli incredibili.

Fonte

Annunci

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 14 agosto 2017, in Uncategorized con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: