Il Postgenderismo come arma Transumanista

Ecco la continuazione dell’analisi di “Postgenderismo: Al di là del genere binario”di George Dvorsky e James Hughes (Institute for Ethics and Emerging Technologies – IEET Monograph Series, , 3 Marzo 2008 dC).

Postgender-androgyny-and-hermaphroditism-6

Considereremo come il movimento postgender reputi arbitraria la classificazione di genere. Come il femminismo radicale giochi un ruolo importante in questa “rivoluzione”. Ciò che io definirei “rieducazione” per quanto riguarda le questioni sul gender. L’obiettivo/i finale/i del movimento. Infine ci occuperemo del legame con il transumanesimo.

Il movimento postumano è attivo su molti fronti, “per il superamento dell’ideologia gender ci si e` affidati a strumenti sociali e politici che trovano ora degli alleati in quelli tecnologici.”

Si fa riferimento a “L’omosessualità, alla bisessualità, alla castrazione e al Cross-dressing – Androgino,” agli “ermafroditi” e alle persone “dal genere fluido” come i costituenti di un “terzo sesso”. Quelli dotati di “genitali ambigui” rientrano nella categoria degli  “intersessuali” dal “sesso indeterminato “, che:

… stanno aumentando considerevolmente a causa delle sostanze chimiche ambientali che imitano gli estrogeni e interferiscono con lo sviluppo genitale del feto (Dumanoski, Myers, Colborn, 1997).

Altri termini interessanti sono transgender, trans non-op (non operato), butch (maschiaccio), femme queer, cross dresser, terzo genere, drag king o queen, transboy, omni-gender e pan-gender.

In altre parole, quando il corpo di un feto sta sviluppando le sue caratteristiche maschili, viene invaso da pseudo-estrogeni che “confondono” il corpo, incapacitandolo nel decidere se sviluppare caratteristiche maschili o femminili (compresi i genitali).

Postgender-androgyny-and-hermaphroditism-7

 

Così, si nota che gli “attivisti intersessuali”, come i membri della Intersex Society of North America cercano:

… una posizione postgenderista, nella quale non vi è alcuna necessità di incoraggiare i bambini a scegliere il proprio gender. Per questi intersessuali radicali, gli intersessuali sono un’avanguardia del rifiuto postgenderista del genere binario.

Inoltre, ad essere sinceri, non si tratta solamente di un sottoprodotto dell’utilizzo di materie plastiche, derivati del petrolio ecc, ma un atto VOLUTO ed eseguito per via  psicofarmacologia, neurochimica ecc .:

Gli sforzi per il trattamento della depressione femminile e dell’aggressività maschile, dell’autismo e dell’ADD ci forniscono molti modi per rendere il cervello più androgino. Francis Fukuyama ha lamentato queste tendenze nel suo libro  “Postuhuman Future“, denunciando il “mascolinizzarsi” delle donne sotto anti depressivi e la “femminilizzazione” dei ragazzi che prendevano farmaci stimolanti contro l’ADD. (Fukuyama, 2002: 52).

Ancora:

“prove sostanziali suggeriscono che l’identità di genere, la cognizione di genere e l’orientamento sessuale si formano durante la gestazione grazie ai geni e all’esposizione ad ormoni testicolari e estrogeni (Brizendine, 2007; GIRES, 2008).

E, dal momento che rispetto ad una visione del mondo riduzionista e naturalista, non siamo altro che combinazioni accidentalmente coscienti di sostanze chimiche; qual è la differenza tra una combinazione e un’altra?

Il progresso tecnologico sta sfumando queste differenze di genere … le tecnologie emergenti consentiranno alle persone di [scegliere uno o più] generi …

I trans o post umani sarebbero … finalmente in grado di trascendere il biologico tramite il cibernetico o il virtuale … Greg Egan specula su una tale società nel suo romanzo, Diaspora, dove gli abitanti hanno ampiamente adottato amorfi ruoli e caratteristiche di genere assieme all’uso di pronomi di genere neutro (Egan, 1997) …

Tuttavia la liberazione finale dalla relazioni diadiche e eteronormativesi otterra` attraverso l’uso di farmaci che sopprimono gli impulsi che portano alla formazione di una coppia. La ricerca con le arvicole ha scoperto che i geni che regolano la vasopressina del neurotrasmettitore determina se le arvicole maschi saranno monogami o poligami. Le arvicole con bassa vasopressina hanno una debole associazione tra i piaceri dopaminergici del sesso e la vista e l’odore di un membro del sesso femminile.

Se meccanismi simili verranno scoperti nel cervello umano potremmo finalmente avere terapie che permettano alle persone di trasformare il loro legame di coppia rendendolo piu forte o piu debole. Alcuni potrebbero aumentare il legame per sopprimere certe tentazioni, mentre altri potrebbero diminuirlo per perseguire uno stile di vita poligamo …

Molte femministe sono sospettoseriguardo la riproduzione assistita sulla base del fatto che si tratta di un tentativo di affermare il controllo tecnologico patriarcale sulle donne.

Postgender-androgyny-and-hermaphroditism-8

Nel 1980 una influente socialista-femminista, Alison Jaggar “, osservo`:

… Una donna puo` inseminarne un’altra, in modo che gli uomini e le donne nonparturitive potessero avere figli e in modo che gli ovuli fecondati potessero essere trapiantati in donne o addirittura in uomini (Jaggar, 1983: 132) [4] …

I progressi nel trasferimento nucleare da cellule somatiche in embrioni fecondati, e nell’uso di cellule somatiche come finti sperma e ovuli per creare embrioni (Aldhous, 2008) suggerisce che le coppie gay e lesbiche saranno presto in grado di combinare il germoplasma per creare dei bambini biologici, che le persone saranno in grado di clonare se stesse, e che tre o più genitori saranno in grado di contribuire per creare un bambino [5] … una volta che abbiamo perfezionato la clonazione dei tessuti e l’ingegneria genetica -. entro i prossimi due decenni – saremo in grado di creare seni completamente funzionali e organi sessuali per i transessuali …

… L’ingegneria dei tessuti e le terapie geniche somatiche promettono unq riassegnazione sessuale molto meno dolorosa e piu` completa (BBC, 2007) … l’ingegneria dei tessuti e le interfacce nanoneurali suggeriscono che sarebbe possibile avere un nuovo organo sessuale…

La virtualizzazione del sesso, che ha avuto inizio con le prime pitture murali rupestri, ha avuto una rapida evoluzione, da grazie all’ampio accesso e utilizzo del porno, del sesso telefonico, del sesso video interattivo, del sesso nei mondi virtuali, e nell’eventuale perfezione teledildonica, l’uso di tute e di attrezzature tattili controllate da remoto… una caratteristica frequente del mondo online è la presentazione crossgender di sé, individui biologicamente maschi che si fingonodonne e viceversa (Ludlow, 1996) … Nel mondo online di Second life … i partecipanti hanno un diverso sesso biologico rispetto all’avatar che stanno utilizzando. [7]

Un caso del genere è quello di Ramona, l’alterego virtuale di Ray Kurzweil (vedi video qui).

Inoltre:

Quando il nostro cervello sara` collegato alle reti nano-neurali (forse in 40 anni) saremo finalmente in grado di provare sensazioni in un corpo completamente virtuale, in modo che possiamo avere rapporti sessuali con partner virtuali, o con combinazioni di realtà virtuale e realtà materiale ( Kurzweil, 2005). [8]

… Ricercatori in Australia hanno utilizzato embrioni di topi di sesso femminile con cromosomi XX, e attivando il gene SOX3, si e` notato che la loro struttura fisica diventava maschile assieme ai comportamenti(U of Adelaide, 2007) …

La genderizzazione intrauterina del cervello , a sua volta, sembra avere qualche influenza sulla identità di genere, comportamenti di genere e sulle capacità e preferenze sessuali

Alla fine saremo in grado di stimolare direttamente le parti del cervello che desiderano specifici partner o tipi di esperienze. Saremo in grado di limitarci a desiderare solo il sesso con l’altro sesso, solo con il nostro coniuge, a desiderare solo atti sessuali specifici…

… Alcune femministe negli anni 70, come Shulamith Firestone (1970), avevano suggerito che le tecnologie riproduttive potrebbero liberare le donne dalla biologia …

 

 

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 22 aprile 2016, in Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: