Le elite coloniali governano la Cina per gli Illuminati

Sopra David Rockefeller e Zhou Enlai nel 1973

L’élite cinese è una fusione tra la leadership comunista, i magnati di Hong Kong, e le Triadi criminali. Tutte e tre le fazioni traggono il loro potere dalla loro collaborazione con gli Illuminati.

La Cina appare autonoma perché gli Illuminati hanno sviluppato internamente il paese, finanziando partiti politici ‘rivoluzionari’ e i loro slogan nazionalisti . Il ragionamento era che il popolo cinese si sarebbe ribellato alla palese dominazione straniera, sottomettendosi comunque al NWO una volta convinto di avere il reale controllo del paese.

Bertrand Russell ci rivela questo piano in un rapporto sulla Cina pubblicato nel 1920:

‘Sfruttando lo spirito rinascimentale ora esistente in Cina, è possibile, se le nazioni straniere eviteranno di scatenare il caos, sviluppare una nuova civiltà, migliore di tutte quelle che il mondo ha mai conosciuto.’

La superpotenza fascista che conosciamo oggi è stata creata nella seconda metà del 20 ° secolo dalla dialettica della falsa guerra fredda tra comunismo e capitalismo.

Lo scenario venne preparato nel 1898 quando Gran Bretagna e Cina firmarono un accordo che prevedeva la riconsegna di Hong Kong, ai cinesi, nel 1997. Questo significò che il feroce comunismo continentale e il capitalismo “laissez faire” di Hong Kong furono da sempre, destinati a fondersi.

Il processo di unificazione diede origine all’attuale elite che comanda in Cina. Quello che segue è il background delle tre principali fazioni.

LA LEADERSHIP COMUNISTA

Dato che il comunismo è una creazione degli Illuminati, il Partito Comunista Cinese (PCC) è per definizione, una succursale degli Illuminati.

Mao era un agente sovietico. (Mao-The Untold Story, Chang e Halliday, p.49.) Le politiche attuate dal PCC fissarono le basi per un super stato Illuminato. Unificarono il paese, attaccarono la cultura tradizionale cinese, promuovendo i programmi di industrializzazione e creando una lingua comune.

Wang Hao, uno storico presso l’Istituto di Studi Internazionali della Cina, ha registrato che il vice di Mao, Zhou Enlai, incontrò David Rockefeller nel mese di giugno del 1973:

‘Quando incontrò David Rockefeller, Zhou disse lui che era necessario trovare metodi appropriati per favorire lo sviluppo del commercio tra le due parti, che sono sotto diversi sistemi politici.’

La fusione corporativo/comunista iniziò quando Deng Xiaoping salì al potere alla fine del 1970 e introdusse le sue riforme di mercato con lo slogan “Get Rich is Glorious” (diventare ricchi è magnifico).

Tuttavia, dopo 30 anni di maoismo il suo regime era irrimediabilmente azzoppato per gestire l’economia di mercato. Si rivolse dunque verso i più ricchi magnati cinesi di Hong Kong.

I MAGNATI DI HONG KONG

Il tycoon più potente di HK è Li Ka-Shing, il più ricco asiatico del mondo e un insider degli Illuminati.

Altri importanti magnati di HK sono: il padrino dell’immobiliare Henry Fok, ‘Il re del gioco d’azzardo’ Stanley Ho e l’uomo che sarebbe stato scelto da Pechino per guidare Hong Kong dopo la partenza dei britannici, Tung Chee-Wa.

E’ importante rendersi conto che questi uomini salirono al potere ed ebbero prestigio in una colonia britannica: vale a dire che venivano controllati da Londra per poter essere leader coloniali. Ciò è dimostrato dalla nascita di Li Ka Shing.

Mentre HK andava sviluppandosi, Li emerse come il più brillante imprenditore cinese. La ‘Confraternita dei banchieri’ di Hong Kong venne a conoscenza del suo genio mercantile e lo portò all’ovile.

Nel 1979 Li prese il controllo di Hutchinson Whampoa, una delle vecchie società britanniche che aveva a lungo dominato l’economia di Hong Kong. Le aziende di tale importanza politica non vennero regalate casualmente. Nel 2000, la regina premiò Li con il titolo di ‘Cavaliere (Commendatore dell’Ordine) dell’impero Britannico’.

Nei primi anni ottanta, i tycoons e i comunisti ebbero una serie di incontri a Pechino. Raggiunsero un accordo per cui i magnati avrebbero educato e consigliato le autorità cinesi sui mercati e, in cambio, Pechino avrebbe garantito loro accesso privilegiato al loro vasto bacino economico. Nel 1984 i due gruppi fondarono il CITIC, l’organizzazione che gestì la transizione della Cina verso un’economia di mercato.

LE TRIADI

Le Triadi è un termine collettivo utilizzato per descrivere le società segrete e i gruppi criminali che ebbero origine nel 18 ° secolo in Cina con l’obiettivo di abbattere la dinastia Qing.

Per oltre un secolo gli Illuminati mossero guerra contro la dinastia Qing. Le Triadi furono il vero e proprio veicolo per la sovversione e la rivoluzione, in modo similare a quanto successa con la Massoneria nelle rivoluzioni occidentali.

Per esempio, durante le guerre dell’oppio, le Triadi contribuirono a portare la droga in Cina. Il governo rivoluzionario nazionalista rovesciò la dinastia Qing nel 1912, esso era formato da una coalizione di triadi. Sun Yat-sen, l’uomo che guidò la coalizione nazionalista che rovesciando i Qing nel 1912, era un membro della Triade e venne addestrato e armato dalla Hong Kong Britannica. Anche Chiang Kai-shek fu membro della Triade.

Quando i comunisti raggiunsero una posizione dominante, nel 1949, mandarono fuori dal paese a calci le Triadi. Fuggirono soprattutto a Hong Kong e in Taiwan per ricostituirsi. Chiang Kai-shek continuò a ricevere i finanziamenti pubblici dagli Stati Uniti.

Oggi le Triadi sono meglio conosciute come la più grande entità criminale del mondo, coinvolta nel traffico di droga, nella prostituzione, nel riciclaggio di denaro ecc Esistono in ogni paese dove vi è una forte densità di popolazione cinese, in particolare in Canada, Gran Bretagna, Stati Uniti e Australia.

L’ex diplomatico canadese Brian McAdam dichiarò: “All’interno di ogni comunità cinese, di solito c’è una forte presenza e un forte controllo delle Triadi che estorcono denaro dalle imprese, e se c’è droga, sono loro a portarla.”

Sull’enorme diffusione e portata delle Triadi Fritz Springmeier scrisse:

‘Le Triadi sono il più potente gruppo criminale di tutto il mondo, dopo gli Illuminati e le famiglie che compongono il Comitato dei 300. La mafia è nulla se rapportata alle Triadi. Le Triadi sono quasi intoccabili da qualsiasi gruppo di forze dell’ordine. Per esempio, in Gran Bretagna gli inglesi non hanno quasi nessun individuo di etnia cinese nelle loro forze di polizia, anche solo per provare ad infiltrarsi nelle Triadi. ‘

Una fonte fondamentale di questo potere è la patnership con le Logge dell’Estremo Oriente della Massoneria nella gestione del commercio asiatico della droga, in particolare nella produzione di eroina nel ‘triangolo d’oro‘del Sud Est asiatico, secondo solo all’Afghanistan. Il traffico di droga è molto importante per gli Illuminati, perché finanzia i programmi nascosti di queste elite.

Le più potenti Triadi di Hong Kong hanno i loro territori, le loro sedi, le loro società sussidiarie e le loro “facciate” pubbliche. Sono alleati con i magnati. I magnati possiedono Hong Kong e le triadi comandano. Alcuni di questi sono Sun Yee On, Wo Hop To e 14K. Per garantire un passaggio indolore di HK nel 1997, la leadership comunista aveva bisogno che questi gruppi fossero in gioco.

Nei primi anni ’80, il governo cinese convocò un incontro segreto tra le ‘teste di drago’ delle triadi più importanti di HK. I comunisti informarono i capi di queste organizzazioni che se avessero deciso di non interferire con l’acquisizione, sarebbero stati autorizzati a continuare le loro attività criminali senza interferenze.

In seguito a questi negoziati di successo, Deng Xiaoping parlò delle triadi cinesi, come “gruppi patriottici” e la stampa di Hong Kong pubblicò una fotografia di Charles Heung, un alto funzionario di Sun Yee On, mentre dialogava con la figlia di Deng.

Nel 1992, i servizi di intelligence occidentali vennero a conoscenza del fatto che Man Fong Wong – ex capo della China Central News Agency – stava aiutando le triadi ad avviare alcune attività legittime, in particolare a Guangzhou e a Shanghai.

 CONCLUSIONE

I media convenzionali ci descrivono la Cina come ostile al potere occidentale. Tuttavia, studiando il triumvirato elitario cinese e i loro intimi legami con gli Illuminati, è chiaro che la Cina moderna è una creazione di questi ultimi.

L’elite cinese non dovrà mai allontanarsi dalle linee guide del NWO, poichè così come sono stati creati dagli Illuminati, così possono essere (facilmente) distrutti.

Fonte

Annunci

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 13 febbraio 2012 su Cina, David Rockefeller, Deng Xiaoping, Illuminati, Li Ka-Shing, Mao, Qing, Sun Yat-sen, Triadi, Zhou Enlai. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 9 commenti.

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. grazie, avevo scorso tutto il sito cercando dati sulla cina e oggi lo hai messo. ti volevo chiedere infatti in tutto il quadro mondiale che ruolo ha la cina odierna. e l’india, hai qualche informazione, mi interesserebbe sapere dell’asia, australia vietnam e giappone.
    ciao

    • Ciao! Avevo intenzione di riprendere a pubblicare gli articoli sulle 13 famiglie illuminate non appena ho tempo libero, la prossima sarà la famiglia Li dove ci sono importanti informazioni sugli illuminati ad oriente!

  3. ma allora,se sono tutti d’accordo, come mai la cina oppone il veto all’ONU impedendo di fatto una guerra contro l’iran?e la stessa cosa mi chiedo su putin,ex comunista colonnello del KGB,anche lui dovrebbe essere “in linea”.grazie saluti!

    • E’ tutta una messa in scena, il veto è una pura formalità, se i sionisti desiderassero di cominciare ora una guerra lo potrebbero fare tranquillamente. Sono tutti parte di una dialettica, dove anche se sembra che cina e russia siano contro, fanno parte del gioco.

  4. grande post seguiro questo tuo blog, lo segnalero’ tra il mio feed aggregator se mi permetti e tra i link consigliati
    ti invito a leggerti questo mio articolo che documenta (per la prima volta in assoluto) con documentazioni storiche l’esistenza del complotto degli illuminati
    http://prigioniero.x10.mx/d/?q=libriproibiti
    buona lettura ciao e continua cosi’!
    ciaoNumberSix

  5. Nicolò Melchiore

    E’ apprezzabile anche la ricerca storica dell’autore e dei “ricercatori” della relativa bibliografia, ma ritengo che i risultati delle ricerche e dei dati acquisiti, contestualizzati nel divenire dei tre secoli precedenti, non possono avere riferimento e riscontro all’attuale situazione globale delle vicende politiche, sociaili, economiche, finanziarie, produttive e di “meccanismi” umani e tecnici che, con la catena distributiva del commercio possano riuscire a piazzare sui mercati mondiali ,merci , servizi e prodotti dall’artigianato prima, dall’industria poi e dalla robotica adesso.
    I secoli di riferimento delle “ricerche storiche” non hanno nulla in comune con i mezzi tecnologici che la ricerca e la scienza contemporanea hanno consentito di ottenere risultati a beneficio della qualità della vita e del benessere del 20% della popolazione mondiale contro il rimanente 80%, isolato nell’abbandono e talvolta sfruttamento, che vive con le “briciole” dei consumi, dei traffici, e dei penalizzanti contorcimenti schizzofrenici , speculativi , finanziari , borsistici delle lobby vampiresche che finanziano anche la cosiddetta politica al loro servizio, sia nei paesi repubblicani democratici , sia nelle aeree geografiche governate ancora con sistemi tribali, nazicomunisti, dittatoriali.
    Il caso italiano è emblematico del pensiero che vorrei tentare di esprimere, senza incappare in reazioni ritorsive contro chi “intuisce” tali realtà e ne esprime il pensiero “scomodo” per gli affaristi lobbisti spietati e senza pietas , camuffata da pseudo attività ONLUS benefiche che in realtà rappresentano invasioni di campo e propagandistica di “progetti occulti”.
    Uno Stato democratico che ha un governo composto da rappresentanti eletti dal popolo, a cauda di continui conflitti fra i vari blocchi, fazioni e partiti, imprigionati ancora da pseudo ideologie e da formazioni politiche con caratteristiche “condominiali” ed “interessi di famiglia” , hanno portato recentemente alla “spazzatura” della sovranità popolare che ha espresso tal governo, per il quale i garanti della Costituzione avrebbero dovuto usare la stessa metodologia che, invece , approfittando di tal caos, hanno portato alla esautorazione del Parlamento ed alla formazione di un governo cosiddetto tecnico, che diriga un paese in crisi, come quasi tutti i Paesi, principalmente del mondo occidentale ad economie locali a rischio di default, come se i politici eletti fossero “TUTTI” inetti, incapaci ed ignoranti, mentre, improvvisamente , dalle tane protette spuntano come fantasmi in naftalina SUPER DEI unti dal Signore per fare i miracoli sempre a favore dei benestanti sempre più beneatanti e sulla pelle del popolo sempre più disagiato e più povero.
    Eppure c’è chi li considera esperti ed “ILLUMINATI”.
    In Europa il “dramma” comincia con l’introduzione dell ‘Euro e con la sua diversificata “valenza” con le divise monetarie di tali paesi e non sulla base di una media ponderata che avrebbe richiesto tempi di assestamento di bilanci locali, ma sulla base, quasi equivalente come potere d’acquisto, fra il marco tedesco e la nuova moneta europea. Infatti, tal “misterioso-oscuro accordo, illotempore,” consente oggi alla Germania di dominare mentre gli altri Paesi Membri “soffrono” e avranno un’ardua e difficilissima possibilità di ripresa, perchè il rispettivo potere d’ acquisto delle loro divise originarie si è dimezzato, mentre il paese leader non ha tale problema e ciò costituisce il “nocciolo del problema”.
    In sostanza, tanti paesi di recente adesione all’Unione Europea e all’area euro (tranne la Gran Bretagna), manipolando la contabilità “sovrana”, sono riusciti ad avere ingresso nella U.E. per sanare i loro conti sovrani “in disordine” con l’intervento della BCE, senza avere capacità di spesa nè di ripresa strutturale nè apparati pubbllici nelle condizioni organizzative e competenti di cambiare in positivo incorruttibile sistemi di gestione e di governo che hanno portato ad enormi disavanzi negativi di “bilanci sovrani”. A ciò si aggiunge che da circa un ventennio “imperversa”, a livello planetario, una dura lotta per la conquista dei mercati con organizzazioni potentissime nel settore del commercio (W.T.O.), nel comparto dell’energia minerale e rinnovabile(società petrolifere) e negli intrecci affaristici speculativi di poteri occulti che manovrano GIORNALMENTE borse e mercati internazionali .
    In tale contesto si inquadra la “intelligenza” di paesi dell’est con governi pseudo comunisti che, introducendo un sistema verticistico di produzione industriale e manifatturiera, di ispirazione operativa e mercantile, liberistica e capitalistica , sono diventati la grande fabbrica del pianeta, perchè non devono negoziare,come i Paesi occidentali con il LAVORATORE che è più o meno, garantito da Welfare , Stato Sociale, sindacati, partiti politici, che si sforzano di rappresentarne bisogni e necessità dovuti alla DIGNITA’ ed alla SERENITA’ DEL LAVORATORE, senza il quale non può esistere un tessuto produttivo, ancorchè governato da padroni pubblici e/o privati.
    Io ritengo che, se ancora esistono UOMINI VERAMENTE ILLUMINATI, (ed esistono ma non vogliono essere schiavizzati e prostituiti dall’attuale sistema pseudo politico ma molto affaristico, lobbistico, spietato) ,con una sana, intelligente visione del presente che guarda al futuro, debbano considerare che potranno costituire un’èlite di pensiero e di progettualità , così come debbano, al pari, considerare il lavoratore e l’operaio un’èlite di esecutività competente e meritoria delle loro idee evolutive.
    E’ da questo connubio intellettuale, culturale e solidale che, in vario modo ,e con ragionevoli ed eque differenze, può spalmarsi sul pianeta una pari dignità e rispetto ai dversi livelli , che diano serenità , prosperità e spiritualità all’intero pianeta sociale che si avvia verso un futuro pieno di ombre e dubbi e povero di spiritualità, fratellanza e prospettive di pace, anche perchè bisogna prima eradicare fanatismi religiosi , politici , etnici, razziali, ideologici paranoici, che, sia in passato come nel presente , hanno imprigionato anche intelligenze di rilevante pregio.
    Il VERO ILLUMINATO è “L’UOMO”di alta statura mentale, culturale, spirituale, ideativa, che intuisce, prima degli altri, il trend , a vario titolo e direzione del conglomerato sociale, ed ha il coraggio, la passione e la missione di ILLUMINARE il percorso delle società , nel rispetto delle specificità, verso la strada migliore produttiva, che generi conoscenza,coscienza critica, solidarietà, progresso, evoluzione ed AMORE.
    Viceversa, non si potrà chiamare ILLUMINATO, ma gli dobbiamo attribuire altro appellativo che , purtroppo, ha significati nefasti, disgreganti e caotici.
    Io personalmente appartengo a questa scuola di pensiero in tal contesto rappresentato, a cui continuo a dedicare il mio lavoro, i rapporti sociali, il mio impegno e la mia vita, perchè abbia un senso “umano” e lasci un segno positivo del mio “passaggio sul sentiero della vita” che comunque è illuminata dal PADRE SOLE per chi ha occhi per vedere , anima per percepire e sensi ed intelletto per capire.
    D’Eng. Nicolò Melchiore – gestioneappaltinime@libero.it

  1. Pingback: Le elite coloniali governano la Cina per gli Illuminati | 1LLUMINATI.COM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: