Perchè il maschio gay odia le donne?

(A sinistra, Kate Moss. Molti stilisti gay hanno costretto le modelle ad assomigliare a dei giovani ragazzi.)

I maschi gay nella maggior parte dei casi trattano le donne in maniera spaventosa. Guardate in cosa le hanno trasformate nelle passerelle, un ‘ideale’, che infetta oggi l’autostima della maggior parte delle donne moderne.

DI ALEXANDRA FOX

L’unica cosa che manca in “Perché le donne stravedono per gli uomini gay?” è cosa provano i maschi gay nei confronti delle donne – per loro non hanno alcun rispetto.

I gay sono disgustati dalle donne, ed è per questo che le donne ne vengono attratte – perché la loro autostima è talmente bassa, a causa di tutta la propaganda, che vengono attratte da persone che riflettono la loro personalità a pezzi e il loro odio verso se stessi.

I maschi gay nella maggior parte dei casi trattano le donne in maniera spaventosa. Guardate in cosa le hanno trasformate nelle passerelle, un ‘ideale’, che infetta oggi l’autostima della maggior parte delle donne moderne.

Nonostante il colpevole della mancanza di autostima e dei disturbi alimentari che affliggono così tante donne al giorno d’oggi, sia questo nuovo ideale di bellezza “femminile” omosessuale, gli uomini etero vengono ancora incolpati di essere “oppressivi”.

In fondo gli uomini gay odiano le donne perché sono gelosi di loro – sanno bene quanto l’uomo che loro stessi desiderano, desideri una donna (quasi tutti i gay preferiscono uomini eterosessuali).

Questa amara gelosia guida loro – inconsciamente o no – a distruggere le donne, rendendole somiglianti ad un teen-ager mascolino e promiscuo  – che nessun uomo desidererebbe.

Plasmando le donne in queste trasformazioni terribili, distruggono il loro stesso potere sugli uomini, eliminando quindi una minaccia insostenibile normalmente.

GAY E MALTRATTAMENTI SULLE DONNE

Vi è inoltre un tipo particolare di gay – sfortunatamente di una fascia di età inferiore ai 40 anni – che apertamente degrada e svilisce le donne nei modi più spaventosi, dalle palpate ai baci.

Lo ho visto accadere tante volte – in giro nei locali, maschi gay palpeggiano i seni delle donne o le baciano alla francese in quanto gesto “ironico”.

Se una donna obbietta,  viene derisa e schernita – “Cristo, ci si diverte solo un pò, non è come sembra è stato un bacio gay!”.

Penso che questa sia la dimostrazione finale del potere gay – rendere le donne insignificanti e rozze, utilizzandole come meglio credono.

Se un uomo etero cerca di palpare “ironicamente” una donna probabilmente si beccherà una cinquina. Tutto questo, semplicemente propaga il paradigma del gay=dio; delle donne come loro servitrici e gli uomini etero come il male assoluto, che sta facendo rapidamente presa sul mondo.

E ‘così triste e terribile. Vorrei solo che la gente si svegliasse.

LA LICENZA GAY PER COMPORTARSI MALE

Alcuni maschi gay amano mettersi in mezzo tra le copie etero. Per esempio,
una delle mie amiche è molto confusa e insicura. Questo ha distrutto tutti i suoi rapporti con gli uomini – anche quando la amavano veramente – l’odio per se stessa e l’insicurezza la hanno fatta scappare.

Così si trova ora in una situazione in cui vive con il suo ‘migliore amico gay’. Egli la incoraggia costantemente ad avere il suo one-night stand e parlare delle sue avventure sessuali più degradanti senza tralasciare alcun particolare. Quando era in una relazione stabile, la avrebbe baciata e palpata con il fidanzato davanti – troppo timido per intervenire, ma che comunque odiava quei momenti e le chiese di interromperli definitivamente. La mia amica rispose lui ironicamente – “Non vuol dire niente, lui è gay!”.

Sono ancora amica con il suo ex, che è ancora tormentato dalla questione. Spesso mi ha spiegato come si sentisse impotente di fronte all’intera questione.

Questo amico gay di lei si getta su tutti – donne e uomini – quando vengono a casa chiede loro di parlare esplicitamente di sesso.

Se non lo fanno, non esita a mettere in chiaro il fatto che non ha tempo per loro e li considera inutili. Mi rifiuto di visitare la loro casa a causa del modo in cui tratta le persone e per come egli sembri considerare la sessualità,  l’unico tratto della personalità degno di valore.

TRANSESSUALI

Qui nel Regno Unito, siamo bombardati di propaganda pro-trans. Sono sempre nelle notizie e in TV. C’era uno spettacolo chiamato “My Transsexual Summer” di un gruppo di transessuali di varie età che abitavano insieme in una casa per l’estate – e su quanto stupefacenti, spettacolari e nobili fossero.

C’è stato poi un altro documentario, con due lesbiche che volevano diventare uomini, per poi finire ad essere una coppia gay …. Non erano neppure uscite dall’adolescenza. C’è una massiccia quantità di attenzione rivolta dai media nei confronti dei transessuali nonostante siano quanto, lo 0,1% della popolazione?

Come detto nell’articolo precedente, tutto questo punta al fatto di trasformarci in esseri amorfi, non identificati – nè maschio nè femmina, nè gay nè etero, con nessuna cultura, famiglia, o identità umana rimasta.

Fonte

Annunci

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 12 febbraio 2012 su Donna, Illuminati, Omosessuali, Transessuali. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 29 commenti.

  1. Ho capito quello che vuoi intendere con questo e l’altro articolo ma è veramente difficile da spiegare a chi sostiene con forza l’uno o l’altro schieramento (quelli a favore dell’omosessualità e quelli contro). La maggior parte di chi legge non vede le cose in modo obiettivo e in questo caso è un problema… Dopotutto spetta sempre a noi la scelta di quali comportamenti assumere verso gli altri, nel bene o nel male, indipendentemente dalla nostra sessualità. Chi fa di tutta l’erba un fascio per attaccarli o anche difenderli nei singoli casi spesso a questo non ci pensa.

  2. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  3. Qui non si tratta di omofobia, ma di comprensione di quello che intendono fare ‘quelli’ che vogliono la società disumanizzata e asservita ad uno stile di vita, ad un modo di pensare, di agire, quasi asettici, con mentalità appiattite, schiavi dei vizi, persi, ansiosi, malati, insicuri, in poche parole, ci vogliono togliere l’anima, la cosa più preziosa, e badate bene, se non stiamo attenti ci riescono.
    Ma facciamoci qualche domanda, tipo: ma sono veramente io che decido, o è quello che mi hanno insegnato? Non la sana tradizione tramandata, ma quello che ci hanno propinato la pubblicità, o la moda, o anche il ’68, non perché abbia da biasimare quello che è stato fatto, dall’emancipazione femminile, al modo di pensare più aperto, ma in parte, non so se mi sbaglio, questo è stato radiocomandato sempre dall’elite, che ci hanno dato dei succedanei, per poter far credere a noi che ci stavano evolvendo, quando loro avevano il controllo delle masse gìà da qualche centinaio di anni. Hanno fatto perdere all’uomo la sua virilità, la sua capacità decisionale, di capo famiglia, sia chiaro, non parlo di despota, e alla donna la sua dignità, la sua fragilità, ma anche la sua forza procreatrice e rigeneratrice, per poter portare avanti entrambi con responsabilità, una famiglia, e far crescere dei figli, non vittime della società, ma protagonisti.
    Invece i giovani di oggi sono apatici, desiderosi del solo divertimento, con una sete inestinguibile, che li porta a dei vizi, quale droga, alcool, giochi d’azzardo, ditemi se tutte queste cose siamo noi che le vogliamo, oppure è perché ‘così fan tutti’?
    NON ABBIAMO FORZA, E NON RIUSCIAMO A TRASMETTERE FORZA AI NOSTRI GIOVANI!!!
    Siamo in una società del consumismo, dell’usa e getta, senza valori, dove il sesso predomina, nella sua sfrenata volgarità, senza più nulla cha a che vedere con la tenerezza, il rispetto, l’amore.
    La donna, vittima di se stessa, usata, degradata, defraudata, e divenuta aggressiva, quasi debba essere un uomo a sua volta, e l’uomo invece debole effemminato, senza un carattere proprio, ma standardizzato, e noi che non sappiamo più cosa vogliamo, il discorso è, che dobbiamo riprenderci la nostra vita, la nostra mente, dire basta a un sistema distruttivo, che mira alla divisione e alla solitudine: ‘DIVIDI ET IMPERA’. Secondo me questo è il loro motto per eccellenza!!!
    La famiglia è un valore inestimabile, è ‘loro’ lo sanno per questo la vogliono distruggere, distruggere ogni valore umano, così che resti la parvenza della famiglia, un involucro vuoto, senza valori e senza forza.

    Devo ringraziare la Parola di Dio, che mette in guardia, istruisce, riprende, ma anche consola e vivifica.

    E un grazie a NEOVITRUVIAN, che con la sua lungimiranza, ci permette di capire e non di giudicare.
    Buon lavoro amico.
    Ciao da Anna 

  4. Mi ero già espressa in merito all’articolo precedente e riprendo in questo, a mio parere state confondendo varie fragilità personali (sia maschili che femminili, etero e non) ognuna con profonde radici e storie diverse, buttandole tutte in un unico calderone per dimostrare una tesi piuttosto ridicola. Siamo d’accordo che il mondo della moda spesso mortifichi apertamente l’estetica femminile e ciò che ne consegue, ma da qui a pubblicare articoli che farebbero gola a pontifex o a fascistelli tutti casa chiesa e catene mi sembra eccessivo.
    Rispondendo al commento precedente poi, personalmente sono etero atea e non considero la famiglia un “valore” ma una semplice scelta, trovo invece spaventosa l’intolleranza religiosa giustificata dalla “parola di dio” (poveretto se esistesse e avesse un soldo per tutte le volte che è stato tirato in ballo per giustificare emarginazione e violenza sarebbe ricco) verso tutto ciò che è altro rispetto a un dogma deciso dall’uomo.

    • Ho solo descritto la figura di donna e di omosessuale che si sta imponendo in questi ultimi tempi. Non è che si considera la famiglia una scelta o un valore sono 2 punti di vista che appartengono a 2 piani differenti. Puoi decidere di mettere su una famiglia o no. Il valore invece è intrinseco al concetto di famiglia su cui si basa ogni struttura sociale più avanzata. Non serve tirare in ballo le religioni, o dogmi umani, basta osservare la natura per vedere la strutturazione di un nucleo familiare.

  5. certo, ma chi ha deciso che la famiglia è la somma necessaria di uomo+donna?… il concetto di famiglia può avere infinite declinazioni senza per questo esserne sminuito nella propria valenza. fortunatamente non è una formula matematica, è un atto di amore e protezione reciproca che non può e non deve essere costretto in strutture socialmente accettabili a seconda del livello di progresso o apertura mentale dei soggetti in questione (chiaramente i limiti ci sono, qua si parla sempre di persone senzienti e consapevoli).
    se si prende a esempio la natura poi, tra animali ci sono moltissimi esempi di comportamenti e inclinazioni verso il medesimo sesso, e non mi risulta ci siano nè stilisti nè illuminati tra loro.
    tornando al fulcro della questione, credo che il discorso mediatico sulla sovraesposizione a favore degli omosessuali e sull’estremizzazione dei loro comportamenti possa al contrario fornire argomenti a chi non aspetti altro che attaccare il “diverso”, a seconda di come di volta in volta si manifesta.
    detto questo continuerò ovviamente a seguire il blog, il fatto è che quando non sono d’accordo devo proprio dire quello che penso…

  6. La natura è molto più tollerante e aperta…ci sono casi di omosessualità nel mondo animale e vegetale…sono in accordo con molti articoli del tuo blog ma qui si è davvero scaduti nella banalità e generalizzazione più bieche e ignoranti. Il concetto di famiglia si porta spesso dietro omertà e violenze ataviche e patriarcali..anche la mafia si autodefinisce “famiglia” e protegge gli affiliati del suo branco. Ho amici omosessuali e davvero non li ritrovo nella descrizione dell’articolo che sembra scritto da una suora di clausura che i gay li ha visti in tv o sugli articoli di ponifex.
    Amore e rispetto dell’altrui anima sono un’altra cosa.

  7. Vorrei proporre uno spunto di riflessione: la differenza genera attrazione e coesione.

    L’omosessualità ‘spontanea’ non è mai egualitaria perchè i ruoli (dominante e recessivo) si mantengono e la differenza con una coppia eterosessuale si ferma alla sessualità.

    L’omosessualità indotta porta invece ad una asessualità mascherata da omosessualità ostentata, una confusione dell’individuo, pel l’appunto, che appare ad occhi estranei misterioso ed ideale.

  8. Mi dispiace ma non riesco a comprendere tutto ciò.
    Si stà arrivando al degenero, gli illuminati esistono e si sà ma non è tutto collegabile a questo mondo.
    I gay sono sempre esistiti anche prima che ci fossero gli illuminati, la chiesa le religioni e tutto quello che vuoi o.o
    Nessuno odia nessuno, questa è una propaganda di odio.
    Chi ha scritto questo post stà facendo il loro gioco, creare problemi.
    Se la gente imparasse a vivere la propria vita e meno quella dei altri sarebbe molto meglio.
    Perchè creare questo odio?
    non si dovrebbe lottare tutti insieme invece di fare queste distinzioni.
    TU PUBBLICHI POST DOVE PARLI DI ODIO E DI COME CI VOGLIONO STERMINARE QUI QUO QUA, E POI TI PRESENTI CON UN POST COSI PIENO DI ODIO.
    Nessuno dovrebbe farsi problemi sulla sessualità, chiunque può provare amore o piacere per qualunque cosa.
    Sono allibito, non faccio che ripetere le stesse cose. Ma sono cose fuori dal normale e la gente che è d’accordo vada a farsi curare, perchè questo rancore è inutile.
    L’ odio porta il male, la tolleranza e l’ autoaccettazione al bene.

  9. Espirmo il mio parere, da ex perverito sessuale che ne ha provate di tutte ma poi per fortuna si è fermato in tempo…. secondo me un conto è l’omosessualità spontanea causata da una disunzione ormonale o da una particolare predisposizione genetica ( io credo che nel mondo animale queste siano le cause) un altra però è invece il degrado a cui assistiamo oggigiorno!!! Allora io affermo e confermo tutto quello che cè in questo articolo! il problema di oggi è che molte persone non nascano gay o lesbiche ma ci diventano! chi per una ragione chi per un altra, e la perversione sessuae ha raggiunto livelli di guardia! da cui ci si deve stare veramente attenti! E non centra niente il fatto di essere cattolici credenti o meno, la famiglia è un valore importante punto se si perde quello la società va in declino! E con tutto il rispetto per i gay, mi girano parecchio quando li senti dire che loro sono i normali e tu sei l’anormale, che vogliono adottare figli ecc! ma figli di che! un bambino ha bisogno di una madre e di un padre! sono questi le leggi della natura! non di Dio ma della natura! Io sarei pure disposto a tollerare i veri gay quelli che sono cosi per una predisposizione genetica! Ma abborro i falsi gay e abborro la loro presunzione di sentirsi normali! quando invece dovvrebbero essere i primi ad ammettere che hanno difunzione ( che per carità va tollerata in qunto tale) ma omunque sono l’eccezione e non la regola!

  10. Tu, che hai scritto queste cose, chiunque tu sia, TI DROGHI PESANTEMENTE!!
    Non ho altro da dire, perché mi hai lasciato sconvolto!!

  11. Vergognati. Generalizzi senza sapere nulla della materia. Da donna a donna: mi fai pietà, impara a scrivere in italiano e vatti a guardare la Carta di Nizza prima di aprire quella fogna di bocca e di mettere mano alla tastiera.

    Senza gente come te, il mondo sarebbe un posto migliore! ^_^

  12. ostia neo, hai osato toccare l’intoccabile lobby degli omosessuali…tuoni e fulmini!!!

    • E’ il deghejo! Cagare nel pratino di questi perbenisti mette in risalto i tratti di questi personaggi: intolleranza, cattivieria, violenza….mi sembra di esser tornato ai tempi di strakerenemy!;)

  13. KKK, perchè non ti rimetti il cappuccio bianco d’ordinanza e te ne torni nella tua posizione congeniale, a 90°? grazie.

  14. io conosco una coppia di fratelli gay, incestuosi dalla a alla z, che odiano i sentimenti e le donne, vivono insieme e staranno per sempre insieme….un abisso un inferno

  15. neovitruvian ..cosa pensi dell’incesto. Io sono arrivata a pensare che i 2 fratelli si amano davvero, ma purtroppo la loro condizione e il dovere nascondere e quindi mentire a tutti li ha fortemente lesi ovvero resi incapaci di amare anche il prossimo (e cmnq pochi ci riescono). Condivido quello che hai scritto, i gay dopo averli conosciuti non amano le donne forse perchè vorrebbero essere come loro ma non lo sono…

  16. P.S: Sono grandi E NON FANNO MALE A NESSUNO!

  17. a michele e neov. …devo andare è tardi ma grazie per il seguito al mio primo post , saluti
    :-))

    • L’educazione e qualche patologia psicologica probabilmente ha fatto loro sviluppare questa attrazione l’uno per l’altro. Il sentimento “normale” sarebbe l’amore fraterno qui invece si va nella perversione con l’incestuosità. Per leggi naturali per fare un figlio ci vogliono un padre e una madre e per continuare questo ciclo si ha bisogno di un patner geneticamente differente dell’altro sesso. Un figlio tra 2 fratelli nascerebbe con disabilità e malattie. Questo perchè appunto va contro natura. In tutto esiste un principio maschile e un principio femminile che hanno determinate modalità di unione, scombinarle o sconvolgerle non porterebbe altro che all’annientamento.

      Molte volte la parola amore viene usata a sproposito per descrivere realtà differenti (anche se a prima vista simili).

      Le parole da relativista incoerente utilizzate dal 19enne Michele dimostrano come nel pieno della fase adolescenziale si vada contro tutti e tutto senza usare del discernimento. Mi spiego meglio utilizzando lo scudo del relativismo tenta di livellare allo stesso piano tutto (dalle prove inconfutabilmente oggettive, come che per fare un figlio ci vuole un uomo e una donna e che un gay concepisca o ne allevi uno sia contro naturale, alla mia esperienza, i miei studi, le mie conoscenze). La realtà è ben diversa! Viviamo in un mondo in cui la dialettica è la chiave per cambiare i paradigmi sociali/morali/economici del mondo e purtroppo non come vogliamo noi, o come fosse giusto che sia. La liberalizzazione sessuale è uno degli obiettivi principali degli illuminati: questo va dalla sessualizzazione infantile, puoi leggere l’articolo sulla carta dei diritti dei bambini su questo blog (in pratica il bambino avrebbe diritto ad una sua libera vita sessuale anche con gli adulti), portare il maschio etero a non possedere più le caratteristiche dell’elemento maschile di cui è rappresentazione, la donna una bambola di plastica/oggetto perdendo il suo potere femmineo, creando a poco a poco una generazione di pupazzi privi di identità. L’omosessualità promulgata dai media aiuta in questo processo in quanto va a smantellare l’ideale di uomo, sia per l’uomo stesso che per la donna, in quanto quest’ultima andrà a ricercare i maschi più cool (cioè quelli che somigliano a quelli proposti dal sistema).
      Ci sono eccezioni e siamo agli inizi ovvio ma il trend è questo

      • ho aspettato prima di andare il post non lo vedevo arrivare, grazie, …come donna (grande) approvo, l’esperienza mi ha insegnato che parte di quello che dici è vero, anche se però nella vita non sempre tutto è bianco e nero. Putroppo abbiamo degenerato è vero alcuni maschi non hanno più determinate caratteristiche…..ma chi può dire anni addietro cosa bolliva? in pochi parlavano…..
        grazie, torno presto a trovarti sul blog …se mi vuoi :-))
        A presto ! buona serata!

  18. Complimenti per l’articolo, spiega una realtà che noto da un bel po’ come donna ma che pensavo di essere la sola a vedere. Oggi è difficile parlare di questo fatto senza passare per omofobica. Ti ringrazio e spero che anche gli amici Gay non ginofobici riescano a far qualcosa per questo problema. L’eterofobia è un male come l’omofobia.

  19. la cosa che mi sconvolge di questo articolo,è leggere che i gay odiano le donne;secondo me,è vero!

  20. Riguardo la transessualità,ho francamente problemi troppo pressanti col mio corpo,per poter parlare.Credo comunque ,che forse sia il prossimo ad avere problemi col mio corpo…
    Detto ciò,trovatemi la novità nella notizia che un certo tipo di omosessuale odia le donne.Partendo dalla cultura classica,fino ad Oscar Wilde,la misoginia é di casa.Del resto l’ omosessualità è molto diffusa in alcuni paesi arabi;chissà perchè…

  1. Pingback: Perchè il maschio gay odia le donne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: