Quando gli artisti stessi mostrano il lato marcio dell’industria musicale

Questo articolo documenta come alcuni famosi artisti di oggi abbiano svelato il lato oscuro dell’industria musicale nelle loro canzoni. Alcune delle più grandi star del settore, tra cui Dave Chappelle, Michael Jackson e Bob Dylan, hanno accennato alla vera natura del business musicale nei loro testi. Ecco alcune conclusioni.

Negli articoli che riguardano tematiche musicali o di cinema, si cerca di esporre il lato oscuro delle aziende musicali e in generale di intrattenimento. Alcune celebrità hanno tuttavia condito con delle verità (riguardanti il lato oscuro dell’industria) le loro opere. Tali focolai sono rari, raramente pubblicizzati, ma per fortuna sono disponibili on-line. Quindi saranno gli stessi artisti nei video a parlare di questo argomento.

Sebbene la maggior parte degli artisti non utilizzi termini come “controllo mentale” o “iniziazione occulta,” essi cercano di spiegare , con parole loro, le strane realtà che stanno vivendo. Ecco alcuni video:

DAVE CHAPELLE

Questo comico, sceneggiatore, produttore e attore è famoso soprattutto aver creato lo Chappelle’s Show, una rivoluzionaria serie di sketch televisivi che girava su Comedy Central fino al 2006. I suoi spettacoli sono contenuti in un DVD che ha prodotto le più grandi vendite per uno show televisivo, dopo averne venduto più di tre milioni di copie. Il suo successo iniziale ha spinto Viacom (società che controlla Comedy Central) ad offrire un contratto di 55 milioni di dollari per la produzione di altre due stagioni dello Chappelle’s Show. La produzione della terza stagione è stata estremamente difficile, poichè, come Chappelle stesso ammette  la direzione che lo show ha intrapreso non li piace per niente. Ha dovuto affrontare anche pressioni perchè lo show venisse accorciato, infine non ebbe più nessun controllo sulla produzione.

Nel maggio 2005, Chappelle ha improvvisamente lasciato la produzione della stagione 3 dello show e se ne è andato in Africa.Ne segui un forte interessamento da parte dei media, alimentato dalla speculazione e dalle voci che Chappelle fosse impazzito e che fosse dipendente dalla droga. Al suo ritorno, Chappelle fù intervistato all’ “Inside The Actor Studio” nel dicembre 2005. Discusse molti argomenti, tra cui le sue ragioni per partire per l’Africa. In questa porzione successiva del colloquio, Chappelle descrive la natura malata di Hollywood.

Tenete a mente la parte dell’intervista in cui Chappelle parla di Mariah Carey e di lei che diventa pazza. Lei e il suo “manager” Tommy Mottola saranno ancora menzionati da un’altra celebrità abbastanza nota a seguire in questo a rticolo.

Il seguente video mette a confronto la storia di Chappelle con quella di 2Pac durante le riprese di Poetic Justice.

VENDERE L’ANIMA AL DIAVOLO

“Vendere la propria anima” può essere definito come una persona che contamina la propria integrità, i valori e il codice morale per ottenere ricchezza e successo. Considerando l’aspetto occulto dell’industria dell’intrattenimento, “vendere la propria anima” può assumere un significato più letterale, dato che esistono reali iniziazioni e rituali oscuri patrocionati da società segrete che si muovono nell’ombra. Alcuni artisti, che sono stati più o meno in contatto con il lato più oscuro di Hollywood, hanno parlato del tema con parole proprie.

Nel video seguente, la modella e attrice Melyssa Ford discute il prezzo della fama a Hollywood.

Nel video seguente, la leggenda della musica, Bob Dylan spiega per 60 minuti la ragione della sua longevità nel music business.

A cosa fa riferimento Kate Perry nel prossimo video? “Vendere la propria anima al diavolo” è un modo folcloristico per dire che ha le mani in pasta con gli illuminati?

MICHAEL JACKSON

Chi meglio del Re del Pop potrebbe dire la verità sull’industria musicale?La sua vita è stata costellata di eventi molto significativi e in molti si sono chiesti che legame potesse avere con gli illuminati e se ci fosse qualcosa di insabbiato riguardo la sua morte.

Che cosa è evidente, tuttavia, è che MJ, nei suoi ultimi anni, stava diventando sempre più esplicito sui loschi traffici dell’industria della musica. In effetti, Jackson, schiavo molto importante degli illuminati stava tentando di ribellarsi. Nel giugno del 2002, Michael Jackson, ha tenuto un discorso sul lato oscuro del commercio e dell’intrattenimento.

Jackson punta il dito direttamente contro Tommy Mottola, l’ex-presidente di Sony Music e l’ex marito di Mariah Carey, che era più che altro un manipolatore mentale piuttosto che un fedele compagno.

C’è una traccia del sacrificio rituale nella raccolta “This Is It”, distribuita da….Sony?

 

LA PROGRAMMAZIONE MONARCH CATTURATA SU NASTRO

Le celebrità, a volte, senza saperlo,espongono il lato oscuro del mondo dello spettacolo attraverso le loro azioni. In numerosi articoli si fa notare l’esistenza di un controllo mentale nel settore dello spettacolo e il suo simbolismo nell’ arte popolare, i visitatori del sito si chiedono se sono realmente vittime del controllo mentale oppure se le simbologie e il controllo mentale non siano solamente operazioni di marketing per procurare successo all’artista. Ovviamente è difficile stabilire quali sono le celebrità vittime della programmazione Monarch ma ci sono alcuni rarissimi filmati che mostrano uno “switch” (cambiamento) in tempo reale delle personalità dei sopracitati. I video sono inquietanti ma mostrano il marciume che permea l’industria dell’intrattenimento per le masse.

ANNA NICOLE SMITH

Nel video seguente, la modella e attrice Anna Nicole Smith è ripresa mentre la sua coscienza è alterata dagli effetti del Monarch. In questo inquietante video amatoriale , girato da Howard K. Stern, Anna-Nicole è completamente dissociata e infantile.I Media hanno sostenuto che Anna Nicole fosse sotto l’influenza di droghe durante la registrazione del video, il che è una ipotesi da non scartare. I farmaci o le droghe però, da soli non possono spiegare il suo stato d’animo, ci sono chiari sintomi di profondi traumi psicologici.

Anna-Nicole Smith ha chiaramente un’ “altra personalità (Attivata dalla programmazione Monarch) che le fa credere che la bambola sia un bambino vero. Il trucco da clown (probabilmente ordinato dallo stesso Stern per dare più impatto al video), rafforza il concetto di come, in questo caso Stern, possa intervenire su soggetti poco stabili psichicamente e alterarne la personalità.

Questo video riporta solo uno dei tanti eventi bizzarri che sono avvenuti verso la fine della vita di Anna Nicole Smith. Il suo entourage e l’ambiente che la circondava era completamente folle. Non è una coincidenza che la Smith spesso abbia posato come Marilyn Monroe nel corso della sua carriera: la Monroe era l’originale sex symbol con  “mente controllata”.

Guardando le circostanze della morte di suo figlio Daniel di 20 anni, nel 2006, possiamo trovare un altro esempio del controllo mentale, basato sul trauma, a cui Anna Nicole fù sottoposta. La morte del ragazzo sembra effettivamente essere un sacrificio rituale. Daniel è morto nella stanza d’ospedale di Anna Nicole, proprio di fronte a lei, solo tre giorni dopo aver dato alla luce il suo terzo bambino. Ecco come le autorità descrivono la morte di Daniel.

“Sembrerebbe che, dalla nostra relazione  la madre si fosse alzata,vedendolo addormentato sulla sedia e dopo aver cercato di svegliarlo, senza fortuna, suonò l’allarme. ”

Dopo aver assistito al miracolo della nascita, Anna è stata costretta ad assistere alla morte di suo figlio nella sua camera. La morte di Daniel è stata successivamente attribuita alla “presenza di tre tipi di farmaci da prescrizione nel suo sistema”. L’evento ha traumatizzato violentemente Anna Nicole,che è stata pesantemente sedata. Successivamente ha avuto una dissociazione dalla realtà (l’obiettivo della programmazione del controllo mentale Monarch) e ha persino perso la memoria dell’evento.

“La devastazione e il dolore per la morte improvvisa di Daniel insieme alla sedazione sono stati così estremi che Anna Nicole ha perso la memoria e qualsiasi ricordo dell’evento.” così si è pronunciato l’avvocato Michael Scott

BRITNEY SPEARS

In questa intervista del 2003 con Diane Sawyer, Britney sembra passare momentaneamente in uno stato alterato di coscienza:

L’episodio della sua depressione e della rasatura dei capelli potrebbe essere stato un tentativo di liberarsi dal controllo e dalla manipolazione mentale.

IN CONCLUSIONE

I concetti affrontati in questo e articoli simili dalle parole di DMX

Fonte

Annunci

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 20 giugno 2010 su Anna Nicole Smith, DMX, Illuminati, Lobby, Massoneria, Michael Jackson, Nwo. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 8 commenti.

  1. Michal ha cercato molto priam di libellarsi e ad informare degli illuminati..partendo dall’album Dangerous..se guardi la copertina di Dangerous ci sono un sacco di simboli contro di loro..Dangerous è il primo album fatto senza Quicy Jones..cambia anche stuff..ed è prorpio dopo questo album k Michael inizio ad avere problemi..le accuse..e tutto il resto..anche la canzone black or ehite ne parla..anche Scream..leggere Leave me Alone e guardare il video..Michael sapeva di loro da tanto tempo..infatti ha detto k tutte le sue esibizioni erano contro di loro..nn è giusto dire k era schiavo degli illuminati..la canzone They don’t care about us è un ottimo esempio di come ci volesse aprire gli occhi..ripeto nn è giusto dire k lui era loro schiavo xk nn diffondeva messaggi subbliminali o quant’altro..lui ha sempre voluto fare buona musica..voleva rendere felici le persone con la sua arte..nn voleva vendersi anche xk con tutto il talento k aveva nn ne avrebbe avuto bisogno e poi teniamo conto k cantava e ballava da quando aveva 5 anni..e un’ultima cosa..la copertina di This is it nn ha niente a che fare con il bafometto..nn vediamo cose dove nn ci sono..e lo dico per il semplice fatto k MJ nn è morto..ha finto la sua morte per tornare ad aprire gli occhi alla gente sugli illuminati e il NWO e combatterli..bisogna vedere This is it per capirlo..

    • Capisco e condivido la tua passione per Micheal però il contratto con la Sony ha fruttato lui un bel gruzzoletto, certo è comprensibile che per qualche anno vivi nei fasti del successo però dopo un pò ti fai una idea di come funziona e se hai la coscienza apposto te ne stacchi! Devi focalizzare la tua visione…la copertina di This is it Jackson la ha vista? La ha approvata? Non credo….Gli illuminati non si sono accontentati di averlo ridotto al silenzio…hanno pure infierito con quella copertina!

  2. anche lady gaga,rihanna,sistem of a down,jay-z,beyoncè,linkin park,marilyn manson, e molti altro…

  1. Pingback: Grammys: Lady Gaga messaggera del Chaos? « Neovitruvian's Blog

  2. Pingback: L’ologramma di Michael Jackson ai Billboard awards | Neovitruvian's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: