Twin Peaks 1×03: Lo Zen, oppure l’arte di catturare un Killer

Lo Zen, oppure l'arte di catturare un killer

3 episodio

Guarda

  • Titolo originale: Zen, or the Skill to Catch a Killer
  • Diretto da: David Lynch
  • Scritto da: Mark Frost e David Lynch

Cooper adotta un bizzarro metodo per restringere la cerchia dei sospettati per l’omicidio di Laura Palmer da cui emerge che Leo Johnson è più implicato nella vicenda di quanto si possa pensare. Qualcuno mette sotto la porta della stanza di Cooper un foglio con su scritto “Jack with one eye” (“Jack con un solo occhio“). Arriva in città il cinico agente dell’FBI Albert Rosenfield e Josie Packard scopre che Catherine Martell sta falsificando i registri della segheria per farla fallire. Alla fine della puntata Cooper fa un enigmatico sogno: si vede da vecchio in una stanza delimitata da dei tendaggi rossi. Vede poi Mike che gli recita la poesia:

« Nell’oscurità di un futuro passato / Il mago desidera vedere / Non esiste che un’opportunità tra questo mondo e l’altro / Fuoco cammina con me »

(la quale nella versione italiana presenta un errore di traduzione in quanto la traduzione corretta dall’inglese del terzo verso sarebbe “Un uomo recita una cantilena tra i due mondi“, ma nella versione italiana è stata adottata una traduzione errata che probabilmente ha origine da un equivoco tra la parola “chants” che significa “recita una cantilena” e “chance” che significa “possibilità, opportunità“) e gli parla di un certo Bob. Di nuovo nella stanza con i tendaggi rossi vede di fronte a sé un nano e Laura Palmer che parlano un linguaggio difficilmente comprensibile e che gli danno degli enigmatici indizi. Dopodiché Laura si avvicina e gli sussurra qualcosa all’orecchio. Svegliatosi d’improvviso Cooper si alza e dà appuntamento allosceriffo Truman per il giorno dopo alle 7 dicendogli di sapere chi è stato ad uccidere Laura.
Annunci

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 15 aprile 2010 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: